Comprensione del dolore del cane durante l'eutanasia

L'appuntamento temuto di eutanasia

Cosa causa dolore durante l'appuntamento con l'eutanasia di un cane? È il giorno in cui tutti noi proprietari di cani temiamo, un momento in cui tutti desideriamo che i nostri animali domestici lascino il pianeta terra in modo pacifico e senza dolore. Dicono che l'eutanasia è l'ultimo dono dell'amore e la porta di accesso a un luogo senza più dolore e sofferenza. Immaginiamo che i corpi dei nostri cani stanchi e doloranti guariscano e che i nostri cani si divertano sul ponte arcobaleno. Tuttavia, ci sono alcune circostanze molto rare in cui l'appuntamento con l'eutanasia risulta non essere pacifico come previsto. No, non era la contrazione muscolare occasionale e prevista o un sospiro a destare preoccupazione. I proprietari riferiscono che le pupille del loro cane si sono dilatate e che i loro cani si sono comportati in preda al terrore, nel panico e nelle grida di dolore.

Questo è un articolo di cui non è piacevole scrivere, ma spero che offra una certa chiusura a coloro che si chiedono cosa sia successo ai loro animali domestici nei loro ultimi momenti. Spero anche che possa aiutare chi è in procinto di prendere questa decisione a capire che ci sono opzioni per rendere la procedura più comoda per gli animali domestici.

Naturalmente, non c'è modo di sapere in definitiva cosa potrebbe essere successo esattamente, poiché esistono diverse possibilità. Chiedere al veterinario potrebbe in definitiva essere l'azione più appropriata in quanto lui o lei potrebbe essere in grado di determinare meglio cosa ha causato la reazione. Alcuni veterinari potrebbero attestare che ciò è accaduto in passato e potrebbero avere una teoria su ciò che potrebbe essere andato storto, mentre altri potrebbero essere scioccati come i proprietari e potrebbero non essere in grado di fornire una spiegazione ragionevole. Conosco molti proprietari che però non hanno voglia di mettere in discussione il veterinario, sia perché al momento erano sopraffatti dalla tristezza, sia non volevano dare la colpa al veterinario per il passaggio doloroso del loro cane. Conosco diversi proprietari di cani che tornano a casa e non riescono a lasciare le ultime immagini della morte del loro cane per lasciare la loro mente mentre si chiedono se il loro cane abbia davvero sofferto, se fosse forse una strana reazione ai farmaci o se il loro cane fosse semplicemente ansioso.

Mentre il lutto di un animale domestico è già una situazione schiacciante, il lutto di un animale domestico che ha apparentemente sofferto durante quella che ci si aspettava fosse la fine del dolore e della sofferenza, deve essere molto difficile da affrontare. Non riesco a immaginare come debba essere. Speriamo che questo articolo offra un po 'di chiarezza.

L'eutanasia provoca un attacco di cuore?

Molte persone credono che l'eutanasia arresti il ​​cuore, causando qualcosa di simile a un infarto. Questo è tutt'altro che vero, spiega la veterinaria Cherie Buisson. Pentobarbital agisce innescando l'incoscienza, che arresta la funzione cerebrale. Poiché il cervello è ciò che dice al cuore e ai polmoni di funzionare, quando il cervello smette di funzionare il centro respiratorio è depresso, la respirazione cessa e il cuore smette di pompare. L'animale è incosciente, quindi è più come morire quando si è in anestesia sul tavolo operatorio che morire per un infarto.

Gli appuntamenti sull'eutanasia del cane sono dolorosi?

L'appuntamento per l'eutanasia dovrebbe essere piuttosto rapido, per il processo più indolore. Coloro che hanno letto il mio articolo sul processo di eutanasia del cane o altri articoli hanno sentito che si tratta di un'iniezione di pentobarbital, un barbiturico liquido che era precedentemente popolare per essere usato come pre-anestetico. Poiché questo farmaco viene somministrato in quantità eccessiva, ha il potere di far dormire il cane come se fosse sottoposto ad anestesia, ma in questo caso causerà la morte per arresto cardiaco. Il termine "mettere a dormire" è quindi usato per descrivere la sua somiglianza con andare in anestesia; l'unica differenza è che il cane non si sveglierà mai da esso.

Per la maggior parte, il processo di eutanasia del cane è abbastanza pacifico e indolore. Ricordo la prima volta che ho assistito a un appuntamento per l'eutanasia del cane, il proprietario lo stava tenendo e abbracciando il cane, e quando ha detto addio, lo ricordo solo come ieri, è uscito dalla stanza con gli occhi pieni di lacrime e ha abbracciato sua moglie che ha aspettato fuori e le disse mentre gridava: "Era così pacifico". Mentre continuavo a lavorare per la clinica e, in seguito, offrendomi volontario per aiutare i veterinari, difficilmente potrei dire la differenza tra un cane che è stato sottoposto a intervento chirurgico e un cane che è stato messo a dormire, se non fosse per il fatto che un cane messo sotto aveva un tubo endotracheale in bocca ed è stato agganciato a un sistema di monitoraggio dei segnali acustici.

Ora, c'erano alcune volte in cui l'animale non era molto a suo agio, ma per la maggior parte, questi erano animali a cui non piaceva andare dal veterinario in primo luogo, quindi era normale vederli ansiosi e vocalizzare se sono stati trattenuti o punguti con un ago. Anche gli animali malati e letargici sembravano prendere vita, con un'ultima scarica di energia per combattere l'ago. Ma questo durò per lo più solo per il tempo di preparazione, quindi quando la droga dell'eutanasia entrò in vigore, questi animali domestici scomparvero rapidamente in pochi secondi e potevi quasi palpare il sollievo dell'animale da giorni di sofferenza. Quindi gli appuntamenti di eutanasia sono dolorosi? Vediamo cosa hanno da dire i veterinari.

Il veterinario Paige Garnett spiega come il termine eutanasia derivi dai termini greci "eu" che significa bene e "thanatos" che significa morte. L'obiettivo è provocare una morte senza dolore o angoscia. Spiega come pentobarbital agisce rapidamente causando un disagio minimo all'animale diverso dalla puntura dell'ago. Una volta iniettato nella vena, il barbiturico deprime il sistema nervoso centrale, rimuovendo la consapevolezza e facendo cadere l'animale in uno stato di incoscienza simile all'anestesia. In questo stato di anestesia profonda, in pochi secondi, l'animale smette di respirare e soccombe all'arresto cardiaco.

Il veterinario Chris Bern conferma che la maggior parte degli appuntamenti di eutanasia si svolgono in modo molto regolare e rapido con l'animale che passa a una vita migliore entro 10-20 secondi. In alcuni casi, anche se di animali domestici molto malati e debilitati con scarsa circolazione, il processo potrebbe richiedere un po 'più di tempo.

In generale, secondo il Manuale di riferimento sull'eutanasia della Humane Society of the United States, dopo 5 secondi l'animale è incosciente, entro 10 secondi l'animale è in anestesia profonda, entro 20 secondi l'animale smette di respirare, entro 40 secondi il cuore ha smesso di far circolare il sangue e, infine, entro 2 minuti l'animale è clinicamente morto, il che significa che tutte le funzioni volontarie / involontarie sono cessate anche se si può ancora inciampare sulla contrazione muscolare occasionale

Tuttavia, se l'appuntamento per l'eutanasia è così rapido e pacifico, perché ci sono casi in cui i proprietari di animali segnalano che il loro animale ha iniziato a urlare come terrorizzato o dolorante? Perché non riescono a dormire pensando agli ultimi momenti del loro animale domestico? E perché alcuni veterinari non sono in grado di fornire una spiegazione ragionevole? Nei prossimi paragrafi vedremo cosa hanno da dire alcuni veterinari su queste procedure di eutanasia che sono andate male.

Appuntamenti di eutanasia del cane andati male

Ci sono storie horror di cani che muoiono durante i voli e storie horror di cani che muoiono perché hanno mangiato cibo contaminato. E poi ci sono storie horror di appuntamenti sull'eutanasia dei cani andati male. Cosa hanno in comune questi episodi? Alcuni di loro sono eventi abbastanza normali, ma molti non sono la norma, e alcuni sono un segno di qualcosa che non va. Fortunatamente, questi incidenti sono piuttosto rari, ma proviamo a capire, almeno una possibile spiegazione del perché gli ultimi momenti di un cane non siano stati così tranquilli come previsto. Di seguito sono possibili spiegazioni.

Il tuo animale domestico era ansioso?

In alcuni casi, come accennato in precedenza, gli animali domestici possono essere stressati e agitati quando si trovano dal veterinario o quando si pungono con un ago. Questi animali possono rendere difficile la procedura muovendosi eccessivamente, rendendo difficile per il veterinario trovare la vena e iniettare la soluzione. Questi animali possono lottare e vocalizzare, ma di solito ciò accade prima che venga fatta l'iniezione. Una volta che il tiro è stato dato con successo, questi animali domestici si addormentano e passano. Questi sono animali che per la maggior parte hanno una storia di non voler andare dal veterinario per cominciare, quindi il loro comportamento non ha nulla a che fare con la sensazione di dolore perché vengono messi a dormire, semplicemente si sarebbero comportati allo stesso modo se stavano facendo i loro scatti annuali o qualche altra procedura. Ovviamente, tutti desideravamo che i momenti finali dei nostri animali domestici fossero tranquilli, ma alcuni animali domestici sono ansiosi e facilmente stressati dalla natura. Se possiedi un animale domestico come questo e sei preoccupato per l'ultimo giorno, continua a leggere perché ci sono alcune opzioni per rendere l'ultimo giorno meno stressante.

Il tuo animale domestico soffriva?

Se il tuo animale domestico soffriva già di dolore e sofferenza, avrebbe potuto vocalizzare dal dolore delle sue condizioni. Ad esempio, un cane con grave artrite, può urlare quando viene mossa la gamba per iniettare la soluzione, o per un cane con il cancro anche solo muoversi può essere troppo dolore. Fortunatamente per questi animali l'eutanasia è spesso rapida e presto saranno sulla buona strada per un mondo indolore.

Le vene del tuo cane erano difficili da trovare?

In alcuni casi, le vene possono essere difficili da gestire. Ad esempio, i cani che sono disidratati, hanno una bassa pressione sanguigna o sono molto vecchi e malati possono avere vene ristrette che sono difficili da trovare o che possono collassare quando vengono colpite. Ripetuti tentativi di pungere la vena non fanno altro che aggravare la situazione, facendo in modo che alcuni cani si risentano di essere maneggiati, vocalizzano e combattono. A volte, questi cani dovranno essere tenuti con forza e trattenuti, il che rende gli ultimi momenti meno pacifici del previsto. Nei casi più gravi, il veterinario può optare per una profonda incoscienza seguita da un'iniezione finale intraperitoneale (nell'addome) o intracardiaco (direttamente nel cuore), che è considerata umana in un animale domestico anestetizzato.

Il tuo cane ha reagito al sedativo?

Molti veterinari somministrano sedativi prima di effettuare l'iniezione pentobarbital. Questi sedativi possono essere somministrati sotto la pelle, nella vena o nei muscoli. La maggior parte dei veterinari usa piccoli aghi. Lo scopo è di rilassare l'animale o addirittura causare l'incoscienza prima che venga iniettata la soluzione di eutanasia. Gli effetti sedativi possono richiedere fino a 20 minuti per dare il via. Quando viene somministrato il sedativo, dopo alcuni minuti alcuni cani possono spostare la testa da un lato all'altro, gli occhi possono apparire glassati e il cane può apparire stordito o confuso.

La veterinaria Mary Gardner spiega che, sotto i sedativi, alcuni cani possono avere una sensazione di malessere e perdere il controllo di alcune funzioni. Afferma: "Quando ottieni" sedazione ", tu (e i tuoi animali domestici) puoi diventare nervoso e perdi il controllo di alcune funzioni. Alcuni cani riescono ad agitarsi la testa. Come veterinario, lo odio non perché il cane è ansioso o si sente spaventato, ma perché il proprietario ha paura. So che dal punto di vista medico l'animale sta bene, ma a volte non ci sono parole di conforto che posso dare ai proprietari. "

Esistono diversi veterinari per i farmaci pre-eutanasia. I migliori sono gli anestetici, che fanno perdere conoscenza al cane, proprio come quando vai in sala operatoria. Uno dei più preferiti è quello che viene chiamato un "pre-mix", una combinazione dei farmaci xilazina e ketamina. Questi farmaci, tuttavia, possono causare una sensazione di bruciore quando somministrati per via endovenosa. Il telazol (tiletamina e zolazepamis) è un altro farmaco preferito che provoca perdita di dolore e coscienza e punge meno del premiscelato.

Alcuni veterinari possono scegliere di usare sedativi invece di anestetici, ma il principale svantaggio è la mancanza di sollievo dal dolore e nessuna perdita di coscienza. Per questo motivo, il loro uso è meno preferibile dell'anestetico. Esempi di sedativi sono acepromazina e xilazina e dovrebbero essere idealmente usati con anestetici per ridurre le possibilità di reazioni. Per ulteriori informazioni su questi farmaci, consultare il Manuale di riferimento sull'eutanasia della Humane Society of the United States

E poi ci sono cani che sviluppano reazioni sgradevoli ed effetti collaterali ai sedativi. Ad esempio, alcuni cani possono sviluppare convulsioni come reazione al "premiscelato". I cani non sono consapevoli quando hanno convulsioni. Alcuni veterinari preferiscono Telazol perché ci sono meno possibilità di convulsioni. Acepromazina può causare evidenti problemi di equilibrio, convulsioni, eccitazione e persino "reazioni paradossali" come l'aggressività. Qualsiasi animale o umano può sviluppare questi effetti collaterali. Per non parlare del fatto che poiché questi farmaci vengono somministrati per via intramuscolare (nel muscolo lombare lungo la colonna vertebrale o nel grande muscolo della parte posteriore della coscia) tendono a pungere, ma se iniettati lentamente o come iniezione endovenosa le probabilità sono inferiori. Fortunatamente, il dolore / le reazioni / gli effetti collaterali sono temporanei fino al momento dell'iniezione finale.

La soluzione è andata oltre la vena?

Se la soluzione di eutanasia viene somministrata accidentalmente al di fuori della vena, potrebbe causare una sensazione di bruciore. Ciò si verifica perché la soluzione è spessa e molto caustica per i tessuti del corpo ed è destinata a penetrare in una vena. Come finisce per andare in giro per la vena? Basta rispondere al veterinario alhdvm teorizza che un veterinario potrebbe iniettare la soluzione e quindi il cane si muove (ma non necessariamente deve) e presto c'è un buco che fa girare la soluzione attorno alla vena anziché all'interno. Ciò può far gridare il cane dal dolore. Se la reazione urlante si verifica subito dopo l'inizio dell'iniezione, questo è probabilmente lo scenario. Se invece la vocalizzazione inizia dopo che la maggior parte della soluzione è già andata nella vena, ci sono più possibilità che accada qualcos'altro, come un tipo di "allucinazione".

Un'altra possibilità è che l'animale senta semplicemente la soluzione. Proprio come le persone "sentono" il liquido che scorre nelle vene quando ricevono farmaci o liquidi per via endovenosa, i cani possono sentire la soluzione spesso semplicemente perché non ha la stessa temperatura del loro apporto di sangue e può sembrare "strano" per loro, spiega il veterinario Mary Gardner. Pertanto, per un animale questo può essere abbastanza spaventoso in quanto non sanno cosa sta succedendo a loro; mentre noi umani possiamo razionalizzare l'accaduto e rassicurarci.

Nota: Secondo Petmd, nessuno di questi farmaci provoca una forma di paralisi "sveglia".

Il tuo cane ha reagito a Pentobarbital?

Come per tutti i farmaci, i cani possono avere una reazione leggermente anormale alla soluzione di eutanasia. Ricordiamo che la soluzione di eutanasia è un'overdose di anestesia. Se osserviamo le diverse fasi dell'anestesia descritte nel Manuale di riferimento sull'eutanasia, vedremo che ci sono brevi fasi di eccitazione caratterizzate dalla perdita di movimento volontario. Poiché la soluzione di eutanasia è un sovradosaggio e ha effetto rapidamente, le fasi non sono pronunciate come nel caso dell'anestesia, ma possono occasionalmente apparire, come nei cani anziani e malati con scarsa circolazione. In tali cani, potrebbe essere necessario più tempo per rendere effettiva l'iniezione e il processo potrebbe essere più pronunciato. La vista è più angosciante per il proprietario che per il cane che molto probabilmente ha perso conoscenza e non è nemmeno consapevole del suo comportamento. Anche gli umani possono comportarsi in modo strano durante l'anestesia, e non ricorderanno l'evento poiché erano inconsci al momento.

Il tuo cane ha avuto normali riflessi?

Alla fine, quando si verifica la morte, è normale che si verifichino alcuni riflessi. La maggior parte dei veterinari avvertirà di questi. Il cane può contrarsi, ansimare, fare un respiro profondo finale o vocalizzare. Alcuni animali domestici possono urinare e defecare. Gli animali domestici più anziani e malati possono impegnarsi più a lungo nella respirazione inconscia. Questi sono normali riflessi che si verificano anche nella morte naturale, spiega la dott.ssa Cherie Buisson. Un riflesso non è un segno di dolore. Agli occhi non addestrati, questi possono apparire come prova che l'animale sta soffrendo e "sta combattendo per la sua vita", ma in realtà si tratta di risposte inconsce e volontarie.

La veterinaria Cherie Buisson ha le sue versioni commoventi del significato di tali riflessi. Spiega che le contrazioni sono proprio come il singhiozzo e il modo in cui il corpo dei cani si sbarazza dell'energia, il respiro affannoso è "dove colpiscono il Rainbow Bridge in esecuzione" e le contrazioni delle labbra sono i sorrisi dei cuccioli una volta arrivati ​​lì. "Adoro sentire che il loro cane è sul ponte arcobaleno, sorridendo."

Come ridurre al minimo le possibilità di esperienze negative?

Come visto, in molti casi, l'appuntamento per l'eutanasia è più inquietante per le persone che lo assistono rispetto al cane. Come umani, tendiamo spesso a umanizzare le cose e interpretarle dal nostro punto di vista, piuttosto che in modo scientifico. Pensiamo che "il cane stia combattendo per la sua vita" quando in realtà tutto ciò che il cane sta facendo è sottoposto a riflessi naturali e involontari che anche noi umani attraversiamo durante il processo di morte. Tuttavia, ci sono alcuni passi che puoi fare se il tuo obiettivo è far morire il tuo cane "pacificamente", anche se le cose non possono essere concesse in quanto alcune reazioni non possono essere controllate completamente.

Ecco alcuni consigli:

Eutanasia a casa

Alcuni animali domestici sono angosciati nell'ufficio del veterinario. Anche solo alla guida, può esserci abbastanza per causare stress negli animali domestici sensibili. In passato potrebbero aver avuto spiacevoli procedure o semplicemente risentirsi di essere gestite / trattenute da estranei in una piccola stanza. A casa, l'eutanasia può essere un'opzione praticabile per gli animali domestici che non amano l'ufficio del veterinario e tutte le connotazioni negative che si sono accumulate durante la vita del cane. Ci sono diversi veterinari disposti a venire a casa tua se vuoi che il tuo animale domestico venga eutanizzato in un posto in cui si sente più confortato e meno stressato. Considera però che se al tuo cane non piaceva che il veterinario fosse ovunque intorno a lui, potrebbe essere ancora un po 'stressato. Un'altra opzione offerta da alcuni veterinari è l'eutanasia nel bagagliaio della tua auto, soprattutto se l'animale ha problemi di mobilità.

Chiedere un catetere IV

Per quanto semplice possa sembrare, chiedere un catetere EV può davvero fare la differenza. Qui ci sono 2 principali vantaggi: 1) impedisce al cane di essere ripetutamente bloccato con gli aghi, 2) assicura che la soluzione vada tutto nella vena impedendogli di aggirarlo causando le spiacevoli sensazioni di cui sopra. La maggior parte dei veterinari porterà l'animale in una stanza sul retro per inserire il catetere. Una volta che il catetere è in posizione, buoni veterinari sciacqueranno una soluzione salina per assicurarsi che scorra bene prima di riportare l'animale nella stanza e iniettare la soluzione di eutanasia. Tuttavia, è anche vero che alcuni cani odiano avere cateteri IV posizionati. Alcuni veterinari risolveranno un compromesso dando il primo colpo e quindi posizionando il catetere per via endovenosa in modo che non possano lottare o sentire dolore come se fossero completamente svegli.

Chiedi anestetici

Se vuoi che il tuo cane sia incosciente per la procedura, chiedi al veterinario se usa anestetici. Gli anestetici sono molto più preferiti rispetto ai sedativi o niente perché rendono l'animale completamente incosciente e "può" ridurre le possibilità di assistere a episodi neurologici e spasmi muscolari, che come abbiamo visto sono reazioni involontarie e non un segno di dolore o di un cane " in lotta per la sua vita ". L'approccio a due iniezioni, che consiste in un anestetico seguito dalla soluzione di eutanasia, è considerato più pacifico sia per i veterinari che per i proprietari di animali domestici . La risposta del veterinario Dr. Karen afferma: "Penso che molti veterinari usino un pre-sedativo perché stiamo cercando di evitare lo shock di un proprietario che vede un cane reagire in quel modo. Tuttavia, questi comportamenti stressanti sono, non sono secondari al dolore Era di natura più neurologica che una reazione dal dolore ". Tuttavia, ci sono momenti in cui ogni animale dovrebbe essere trattato come un singolo caso e alcuni veterinari potrebbero preferire bypassare l'approccio a due iniezioni e andare direttamente alla soluzione di eutanasia.

Essere preparato

La maggior parte dei veterinari impiegherà del tempo per spiegare cosa succede durante il processo di eutanasia, ma alcuni potrebbero essere affrettati e non riuscire a chiarire alcune importanti sottigliezze, il che porta i proprietari a arrabbiarsi quando assistono alle risposte neurologiche. Alcuni non sapevano che gli occhi del loro animale domestico sarebbero rimasti aperti e ne sono rimasti delusi. In realtà, anche quando un animale domestico viene messo sotto intervento chirurgico, gli occhi rimangono aperti. Infatti, quando gli animali domestici subiscono un intervento chirurgico, i veterinari usano colliri lubrificanti per evitare che si secchino troppo. Se la vista degli occhi del tuo animale domestico ti dà fastidio, chiedi di essere via quando l'animale viene messo a dormire e di tornare al termine della procedura, chiedendo al veterinario di chiudere le palpebre.

È utile riconoscere ciò che accade e riconoscere cose che potrebbero andare storte. In questo modo se le cose vanno bene, probabilmente penserai: "È così? È stato molto rapido e pacifico!" e se le cose non vanno molto bene, almeno sai cosa potrebbe essere successo, quindi quegli ultimi momenti non ti perseguiteranno giorno dopo giorno, poiché ti chiedi se il tuo animale domestico ha sofferto. La verità è che la morte dei nostri animali domestici non è mai piacevole da testimoniare, ma è molto meglio che soffrire giorno dopo giorno e, soprattutto, i nostri cani saranno eternamente grati per questo ultimo dono di amore incondizionato.

Ti stai tormentando, chiedendoti se hai fatto la cosa giusta? Quindi dovresti leggere questa lettera confortante: Grazie Annie, una lettera di una vecchia amica pelosa.

Tag:  Gatti Umano-Corpo-Mappe Diabete-Mine