Tosse del canile nei cani: cause, fatti ed esperienza

Tracheobronchite infettiva canina o tosse canina

La tosse del canile è una malattia spiacevole e molto infettiva nei cani che si verifica periodicamente negli scoppi. Il sintomo principale della malattia è una tosse di hacking. In genere non è una malattia grave ma a volte porta a polmonite. Questo articolo è stato suggerito non solo dal mio interesse per le basi biologiche della malattia, ma anche dal fatto che il mio cane ha sperimentato la tosse del canile. Misha ha avuto un grave caso di malattia che era molto stancante per lui quando era nel peggiore dei casi.

La tosse del canile è anche conosciuta come tracheobronchite infettiva canina. Un focolaio può svilupparsi dopo che i cani si sono trovati in una situazione affollata o stressante, come in un asilo nido per cani, in un canile o in un rifugio. Una scarsa ventilazione aumenta il rischio di infezione in una zona affollata. Lo stress cronico può compromettere il sistema immunitario di un cane.

La malattia viene trasmessa anche in luoghi non affollati e in situazioni non stressanti. Per diffondere la malattia è necessario un solo cane infetto. Misha interagisce con altri cani che incontriamo durante le passeggiate e con il suo compagno canino a casa, ma non era presente in una folla di cani da molto tempo quando si ammalò.

Le informazioni contenute in questo articolo sono destinate a interesse generale. Ogni cane con tosse persistente o ricorrente deve essere controllato da un veterinario. Il veterinario farà una diagnosi e prescriverà un trattamento adeguato.

Possibili sintomi della tosse di Kennel

I sintomi della tosse del canile non compaiono immediatamente dopo la trasmissione dell'agente causale. Si dice che il periodo di incubazione per la malattia sia da tre a dieci giorni, o possibilmente fino a due settimane in alcuni casi.

I sintomi di Misha divamparono improvvisamente. Prima di allora aveva una tosse occasionale, ma era così raro che non ci pensassi. Con il senno di poi, mi rendo conto che potrebbe essere stato il primo stadio della sua malattia.

Misha alla fine ha sviluppato i sintomi tipici della malattia. Le sue frequenti tosse erano abbastanza forti da provocare bavaglio e ad un certo punto il rilascio di liquido dalla bocca. In un'occasione vomitò una piccola quantità di cibo che aveva mangiato mentre tossiva. A parte la tosse e i problemi che causava, tuttavia, sembrava sentirsi bene. I veterinari affermano che questo è generalmente il caso dei cani con tosse di canile.

L'appetito di Misha rimase eccellente durante la sua malattia ed era interessato alle cose che accadevano intorno a lui, come sempre. Ha anche continuato a "sorridere", un termine che uso per l'espressione felice e la coda scodinzolante che vedo spesso mentre gli parlo e lo accarezzo. Il sorriso cessò quando si sviluppò un attacco di tosse, come spesso accadeva quando la malattia era al suo peggio. Le tosse erano ovviamente molto spiacevoli.

La tosse di Misha era più comune quando era attivo. Durante questo periodo, tossì per lunghi periodi e spesso ogni pochi secondi. Al contrario, i suoi colpi di tosse si sono verificati per brevi periodi ed erano meno frequenti quando era sdraiato. Misha tossì durante la notte e durante il giorno, interrompendo il suo sonno (e il mio). Durante il giorno era notevolmente più assonnato del solito.

Alcuni cani sviluppano ulteriori sintomi della malattia, tra cui starnuti e naso che cola. Alcuni sviluppano febbre o lieve perdita di appetito. Misha, tuttavia, non ha riscontrato nessuno di questi sintomi.

Il video qui sotto fornisce una buona approssimazione del suono di hacking e del comportamento di bavaglio che Misha ha esibito. Il narratore è un veterinario. Tuttavia, è probabilmente una saggia idea verificare con il proprio veterinario l'opportunità di dare al proprio cane la medicina umana menzionata alla fine del video. Dovresti anche chiedere al veterinario la dose corretta per il tuo cane.

Una dimostrazione del sintomo principale

Diagnosi

Il veterinario di Misha ha detto che la tosse del canile spesso non viene curata e il sistema immunitario del cane viene lasciato per curare la malattia da solo (anche se ha deciso di curare Misha). Altri riferimenti concordano sul fatto che la malattia viene spesso lasciata non trattata. È molto importante che un cane con una tosse persistente sia controllato da un veterinario, tuttavia, perché la condizione potrebbe non essere la tosse del canile. Questo è importante anche se il cane si è trovato in una situazione in cui si è sviluppato un focolaio della malattia. Supponendo che un animale domestico malato abbia sviluppato tosse del canile durante l'epidemia e che non sia necessario alcun trattamento potrebbe essere pericoloso per l'animale. Anche se il tuo cane si sta comportando come quelli nel video sopra o sotto, non dovresti fare ipotesi sulla causa.

Polmonite, influenza e malattie cardiache sono esempi di malattie che possono causare tosse ricorrenti nei cani. Il veterinario di Misha ha controllato molto attentamente i polmoni e il cuore prima di fare una diagnosi di tosse del canile. Dopo aver ascoltato la mia descrizione della situazione e aver sentito Misha tossire ripetutamente durante la visita, il veterinario gli ha diagnosticato un grave caso di malattia e gli ha prescritto compresse antibiotiche.

La tosse del canile è così contagiosa che è stato necessario utilizzare una procedura speciale per vedere il veterinario. Invece di entrare in clinica e sedermi nella sala d'aspetto con Misha, ho dovuto aspettare in macchina nel caso avesse avuto la tosse del canile (dopo aver detto alla receptionist che ero lì). Il veterinario è venuto a prendermi quando era pronto per poter portare Misha direttamente nella stanza di consulenza. Dopo la consultazione, ho riportato Misha direttamente in macchina e poi sono tornato in clinica per pagare e ritirare il suo antibiotico.

Un altro cane con tosse di canile

Le fonti dicono che l'uomo non può avere la tosse del canile o che la malattia è molto rara nell'uomo. Alcuni sostengono che appare solo nelle persone il cui sistema immunitario è stato compromesso, come quelli infetti dal virus dell'HIV. I gatti possono contrarre la malattia, sebbene la sperimentino molto meno frequentemente dei cani.

Bordetella e altre cause della tosse del canile

Il batterio chiamato Bordetella bronchiseptica è una causa comune di tosse del canile. È un parente stretto di Bordetella pertussis, che provoca la pertosse negli esseri umani. B. bronchiseptica ha una cellula a forma di bastoncino, come mostrato di seguito. Le cellule sono sospese nell'aria ma possono anche essere trasmesse attraverso oggetti, come ciotole di acqua contaminate, ciotole di cibo e giocattoli per cani.

Il batterio colpisce la trachea (trachea) e i bronchi superiori di un cane. La trachea porta a due grandi tubi, o bronchi, uno che va a ciascun polmone. La trachea e i bronchi di un cane infetto sono irritati dalla presenza delle cellule batteriche e si infiammano. L'infiammazione comporta un aumento del flusso sanguigno, arrossamento, gonfiore e disagio o dolore.

Alcuni virus possono anche causare tosse del canile. I ricercatori affermano che la causa della malattia è spesso una miscela di Bordetella e altri organismi. Gli altri organismi possono includere il virus della parainfluenza, l'adenovirus canino di tipo 2 (CAV-2) e un batterio chiamato Mycoplasma. Il micoplasma è un batterio insolito perché privo di una parete cellulare. Gli organismi elencati possono anche causare la tosse del canile da soli. Si ritiene inoltre che altri microrganismi contribuiscano o causino la tosse del canile.

Possibili trattamenti

Gli antibiotici lavorano contro i batteri ma non i virus. Senza un test di laboratorio - che Misha non ha ricevuto - l'agente causale di un caso particolare di tosse del canile non è noto. La mancanza di un test di laboratorio per diagnosticare la tosse del canile sembra tuttavia comune.

Anche se la tosse del canile può essere causata da un virus, a volte vengono prescritti antibiotici per attaccare non solo la possibile causa batterica della malattia, ma anche eventuali infezioni batteriche secondarie che si sviluppano. Un'infezione batterica "secondaria" si sviluppa dopo che il corpo è in uno stato indebolito a causa degli effetti di un organismo come un virus. In questa situazione, il sistema immunitario potrebbe avere meno successo nell'attaccare un nuovo invasore.

Le medicine di Misha - Clavaseptin - contenevano amoxillan e acido clavulanico. Amoxillan è un antibiotico. L'acido clavulanico non è un antibiotico, ma migliora la funzione dell'amoxillan. Alcuni batteri secernono enzimi noti come beta-lattamasi. Questi distruggono la struttura e l'attività di alcuni importanti antibiotici, tra cui l'amoxillan. L'acido clavulanico scompone le beta-lattamasi in modo che non possano inibire gli antibiotici. Una combinazione di amoxillan e acido clavulanico viene anche utilizzata come farmaco per l'uomo. Clavaseptin è tuttavia preparato per uso veterinario.

Un veterinario avrà probabilmente alcuni suggerimenti per far sentire più a suo agio un cane infetto e per favorire il suo recupero, soprattutto se non vengono prescritti antibiotici. È importante prendere nota di questi suggerimenti una volta diagnosticata la tosse del canile. Il veterinario può raccomandare l'uso di un umidificatore o vaporizzatore e un soppressore della tosse sicuro, per esempio. Può anche suggerire al cane di evitare ambienti pieni di fumo e stress.

I veterinari spesso affermano che se un cane infetto lascia la casa dovrebbe indossare un'imbracatura anziché un collare. La pressione del colletto sulla gola, specialmente se il cane tira il guinzaglio, può causare ulteriore irritazione dei tessuti e aumentare il dolore

Secondo l'ASPCA (American Society for the Prevention of Cruelty to Animals), il miglioramento delle condizioni di un cane dovrebbe essere notato circa una settimana dopo la diagnosi. Se il cane non migliora o peggiora, dovrebbe essere effettuata una seconda visita veterinaria. A volte la condizione può portare a polmonite se non migliora.

Precauzioni per prevenire la diffusione della malattia

Se un cane infetto lascia la casa, non dovrebbe avere alcun contatto con altri cani. Se durante la passeggiata viene visto un altro cane, il proprietario dell'animale malato dovrebbe cambiare rotta per evitare di incontrare il cane. Le aree al guinzaglio dovrebbero essere evitate, poiché altri cani potrebbero correre per salutare l'animale infetto. È importante evitare le aree affollate come i parchi per cani e le aree che molti animali visitano, come negozi di animali e saloni di toelettatura.

Nonostante le raccomandazioni sopra elencate, probabilmente non è una buona idea portare un cane con una brutta tosse oltre la loro casa e il giardino, tranne in caso di emergenza. Non penso che Misha avrebbe voluto fare una passeggiata quando la sua tosse era brutta.

È importante che un cane infetto non condivida i suoi giocattoli, scodelle di cibo o bocce con un animale non infetto. Inoltre, un cane infetto non deve bere da una ciotola d'acqua nei parchi o in altre aree. La saliva contaminata può diffondere la malattia.

La durata raccomandata del periodo di isolamento per un cane malato varia. Il suggerimento più comune è che i proprietari dovrebbero prendere provvedimenti per prevenire la diffusione dell'infezione per una o due settimane dopo la scomparsa dei sintomi. I batteri e i virus che causano la malattia rimangono nel corpo per qualche tempo dopo che i sintomi sono scomparsi.

C'è almeno un'altra cosa a cui pensare riguardo alla sospensione della diffusione dell'infezione. Quando un cane in una famiglia con più cani ha la tosse del canile, l'altro animale o gli animali della famiglia possono trasportare l'agente causale anche se non sono malati. La mia famiglia ha seguito le regole di isolamento sia per Misha che per Dylan, l'altro cane nella nostra casa.

Vaccinazione

Misha ricevette una vaccinazione contro la tosse del canile sette mesi prima che la sua malattia si sviluppasse e non avrebbe dovuto ricevere il suo colpo successivo per altri cinque mesi, come mi resi conto quando ricevetti la ricevuta per il suo trattamento. Le ricevute includono un controllo sanitario e un promemoria per la vaccinazione. Ovviamente la vaccinazione non è stata efficace nel caso di Misha, o almeno non completamente efficace, supponendo che Bordetella fosse almeno una delle cause della sua malattia.

Il Veterinary Health Center della Kansas State University ha una pagina web sulle vaccinazioni dei cani (di seguito riportate) che fornisce due possibili ragioni per il fallimento della vaccinazione di Misha. Uno dei motivi addotti è che alcuni vaccini, incluso quello di Bordetella, possono solo minimizzare una malattia invece di prevenirla. La pagina afferma inoltre che, sebbene i vaccini non core vengano generalmente somministrati una volta all'anno, "l'intervallo può essere più breve per alcuni vaccini (ad es. Bordetella) a causa dell'aumento del rischio di esposizione e della possibilità di protezione che non dura un anno intero". Discuterò la situazione con il mio veterinario quando è tempo che Misha riceva la sua vaccinazione di base l'anno prossimo. Ha nove anni al momento, ma saranno dieci quando le sue vaccinazioni sono dovute. Voglio mantenerlo in salute.

Il vaccino Bordetella non fornisce protezione dai virus. Tuttavia, Misha riceve una vaccinazione annuale DAPP (Cimurro, Adenovirus, Parainfluenza e Parvovirus), che dovrebbe proteggerlo dai virus canini più comuni e gravi. È possibile che la sua malattia sia stata causata principalmente da un microbo - o da un particolare ceppo di un microbo - non coperto dai vaccini che ha ricevuto, però.

La tosse del canile è una condizione molto evidente ma di solito è un disturbo relativamente minore. È importante notare che ha il potenziale per trasformarsi in qualcosa di più serio, specialmente in alcuni cani, come mostrato nel video qui sotto.

Polmonite per la tosse del canile in un cucciolo

Cuccioli giovani, cani anziani e altri animali immunocompromessi possono richiedere fino a sei settimane o più per guarire.

- ASPCA

Quanto dura la tosse di Kennel?

La lunghezza di un'infezione della tosse del canile sembra variare. L'ASPCA afferma che la malattia dura circa tre settimane, anche se ci sono eccezioni, come menzionato nella citazione sopra. Il cane può rimanere contagioso per giorni o addirittura settimane dopo la scomparsa dei sintomi.

Circa quattro giorni dopo aver visto il veterinario, i sintomi di Misha hanno iniziato a indebolirsi. La sua tosse divenne gradualmente meno frequente e meno grave. Ci sono voluti quattordici giorni affinché la tosse di Misha scomparisse completamente, a partire dal momento della riacutizzazione dei suoi sintomi. Come ho detto sopra, però, potrebbe aver avuto una versione lieve della malattia prima della riacutizzazione e prima che mi rendessi conto che aveva bisogno di vedere un veterinario.

Dopo la guarigione di Misha dalla tosse del canile, ho osservato eventuali segni della malattia a Dylan e nei miei tre gatti. Era difficile immaginare che non fossero stati esposti all'agente causale, ma ciò non significava necessariamente che si sarebbe ammalato. Dylan tossì sospettosamente, ma le sue condizioni non migliorarono ulteriormente. Spero che nessuno degli animali della nostra famiglia sperimenterà la tosse del canile in futuro.

Riferimenti

Informazioni sulla tosse del canile da PetMD

Malattie canine comuni (compresi i fatti sulla tosse del canile) dell'ASPCA

Informazioni sul complesso canino delle malattie respiratorie infettive (CIRDC o tosse del canile) del Koret Shelter Medicine Program presso l'Università della California, Davis

Informazioni su una combinazione di amoxillan e acido clavulanico dalla National Library of Medicine degli Stati Uniti

Informazioni sulle vaccinazioni dei cani (compresa la vaccinazione con Bordetella) dal Veterinary Health Center presso la Kansas State University

Tag:  Roditore Animali da fattoria come animali domestici Proprietà dell'animale domestico