Il tuo cavallo sarebbe un buon cavallo da terapia?

Contatta l'autore

Circa una volta alla settimana ricevo una chiamata da qualcuno che vuole donare il proprio cavallo al nostro programma di equitazione terapeutica. A volte il cavallo sembra fantastico e mando al proprietario un pacchetto con un questionario e informazioni su di noi. Il più delle volte, tuttavia, il cavallo è del tutto inappropriato per il nostro programma o per qualsiasi programma terapeutico e il proprietario è confuso e sconvolto quando dico loro che non possiamo usare il cavallo.

Perfino i professionisti del settore dei cavalli sembrano avere ben poca idea di cosa renda un buon cavallo da terapia. In questo hub, spiegherò cosa fanno i programmi di guida terapeutica, di cosa hanno bisogno dai loro cavalli, cosa non possono accettare e come puoi testare il tuo cavallo per il potenziale terapeutico.

Cosa fanno i programmi di guida terapeutica?

Che siano grandi o piccoli, la maggior parte dei programmi di guida terapeutica condivide le seguenti caratteristiche che determinano fortemente il modo in cui corrono e ciò che fanno.

Stato senza scopo di lucro

Anche quando eseguito nella stessa struttura di un programma di lezioni a scopo di lucro, la maggior parte dei programmi di guida terapeutica ha una classificazione 501 (c) 3. Ciò significa che è probabile che abbiano una specifica missione, un budget fisso e uno staff limitato.

  • La missione di un programma definisce lo scopo del programma e di solito si trova sul loro sito web. A meno che non sia nella dichiarazione di missione del programma, non sono una struttura di salvataggio o riabilitazione per cavalli. Sono in affari per aiutare le persone con disabilità e hanno bisogno di cavalli che possano farlo in modo sicuro ed efficace.
  • Un budget fisso significa che il programma non può permettersi di nutrire un cavallo che non può usare o che non sarà utile o versatile come i cavalli che già hanno. Anche se un cavallo potrebbe essere molto utile, dovranno considerare attentamente se il cavallo ha già esigenze di salute costose a lungo termine.
  • Il personale limitato ha energia, tempo e risorse limitati per lavorare con un cavallo che richiederà un addestramento approfondito per essere sicuro ed efficace. Se il cavallo non è stato cavalcato per sempre o ha molti vizi stabili o di equitazione, il programma probabilmente non ha la (wo) forza di lavoro per portare il cavallo alla pari.

Standard di sicurezza rigorosi

Tutte le persone che si trovano intorno ai cavalli possono potenzialmente farsi male perché tutti i cavalli sono potenzialmente pericolosi. I programmi di guida terapeutica devono essere estremamente attenti, poiché i clienti presentano una vasta gamma di disabilità fisiche, mentali, emotive e dello sviluppo che possono rendere i clienti più propensi a farsi male e più gravemente feriti rispetto alle persone abili . I programmi devono valutare costantemente i rischi e i benefici di tutti gli aspetti del loro funzionamento, compresi i cavalli che usano.

Clienti unici e insoliti

Basandosi sul punto precedente, le persone con disabilità presenteranno suoni, movimenti, comportamenti ed emozioni che potrebbero essere completamente nuove per un cavallo. Sebbene i programmi non consentano il proseguimento di comportamenti non sicuri o violenti, può comunque accadere e il cavallo deve tollerarlo fino a quando il cliente non può essere rimosso.

Obiettivi formativi

I programmi di guida terapeutica sono programmi di lezione specifici per le persone con disabilità. Alcuni clienti possono essere molto coinvolti, richiedere 3 o più aiutanti pratici e non guidare mai più velocemente di una camminata lenta e costante. Altri clienti possono progredire verso alti livelli di competizione occidentale, di caccia, di sella, di dressage, di guida o di volteggio. Ogni programma ha esigenze specifiche del cavallo che possono cambiare nel tempo. I programmi richiedono cavalli con una vasta gamma di abilità ed esperienze, per aiutare a massimizzare l'educazione di ogni cliente.

I volontari

Poiché la maggior parte dei programmi ha un personale limitato, fanno molto affidamento sul tempo donato dai volontari. I volontari arrivano con una vasta gamma di esperienze a cavallo e abilità naturali. Mentre i buoni programmi selezionano attentamente e addestrano i loro volontari, ogni programma ha bisogno di cavalli che accetteranno un trattamento inetto e non trarranno vantaggio da qualcuno che sta solo imparando.

Cosa rende un buon cavallo da terapia?

Nel pacchetto che invio ai proprietari di potenziali cavalli da terapia c'è un questionario progettato per ottenere tutte le informazioni di cui ho bisogno su un cavallo. Poiché la maggior parte dei programmi si basa esclusivamente su cavalli donati, sappiamo che non possiamo scegliere la crema del raccolto. Tuttavia, i requisiti minimi devono essere soddisfatti affinché il cavallo sia sicuro e utile al programma. Di seguito sono elencate le qualità che sto cercando in un cavallo da terapia, in ordine di importanza decrescente.

  1. Capacità di trasporto in altezza rispetto al peso: il cavallo più alto non è sempre quello che può trasportare il cavaliere più grande. Preferirei avere una razza da tiro più corta e più robusta in grado di trasportare oltre 200 libbre rispetto a un tipo purosangue alto e con le gambe lunghe che non può sopportare tanto peso e rende i cavalieri più difficili da raggiungere.
  2. Temperamento: I cavalli che sono naturalmente gentili, calmi e orientati all'uomo hanno molte più probabilità di dare quel "qualcosa in più", sia che rimanga solido su tre zampe mentre un cavaliere caduto viene rimosso da sotto di loro, o girando come sanno il cavaliere vuole andare, anche se il cavaliere non può chiedere correttamente.
  3. Addestramento e allenabilità: un cavallo da terapia deve avere delle buone maniere a terra e quando cavalcato. Il cavallo deve anche avere la capacità di apprendere cose nuove e applicarle a conoscenze precedenti. A meno che il cavallo non sia mai stato un cavallo da terapia prima, ci sarà molto da imparare.
  4. Solidità: I cavalli terapeutici devono essere sani almeno nella camminata e nel trotto per favorire il cavaliere. Il cavallo dovrebbe sentirsi a proprio agio lavorando almeno 2 ore al giorno sotto la sella.
  5. Conformazione: La conformazione di un cavallo da terapia (il modo in cui le sue parti sono unite), è importante solo in quanto riguarda la capacità di trasportare peso, la solidità e il movimento. Le imperfezioni che non influiscono su queste caratteristiche e non hanno nulla a che fare con la salute del cavallo dovrebbero essere perdonate. Alcuni dei cavalli più brutti che io abbia mai visto hanno creato i cavalli più belli - forse perché sanno che non hanno un look adatto a loro?
  6. Salute: a causa del budget limitato di un programma, i cavalli con problemi di salute cronici e costosi non sono l'ideale, a meno che il proprietario non accetti di contribuire al costo di mantenimento del cavallo. I cavalli da terapia dovrebbero avere il giusto peso per il loro tipo di corpo, con gli zoccoli forti, il mantello lucido (se pulito!), Gli occhi chiari, l'alito dolce e gli escrementi normali che indicano una buona salute generale.
  7. Movimento: il motivo per cui la guida terapeutica è così efficace è a causa del movimento tridimensionale naturale, ritmico e ripetitivo del cavallo (questo richiede un suo hub, ci salterò se le persone sono interessate). La qualità del movimento di un cavallo è influenzata dalla solidità e dalla conformazione (che un programma non può risolvere) e dall'allenamento, dalla sella e dall'atletismo (che un programma può risolvere). Il movimento di un cavallo può essere grande, piccolo o medio, ma deve essere pulito e corretto durante la camminata e il trotto e il galoppo se il cavallo galopperà durante le lezioni.
  8. Spookability: Ok, ho inventato questa parola, ma è un'ottima parola e una caratteristica molto importante. Un programma ha bisogno di un cavallo che non si spaventa quasi mai, non perché il cavallo non sia mai esposto a cose spaventose, ma perché il cavallo è coraggioso per la maggior parte delle cose e intelligente per il resto. I cavalli guarderanno cose spaventose e vorranno esplorarle o scapparle. Ma i cavalli da terapia devono fidarsi dei loro gestori e apprendere che le nuove cose non li feriranno e non devono mai , mai scegliere di saltare o girare via come prima opzione.
  9. Età: l' età è solo un numero e più vecchio non significa sempre meglio. I cavalli più anziani hanno più probabilità di essere calmi ed esperti, ma hanno anche maggiori probabilità di avere problemi di salute e solidità e meno anni di utilità davanti a loro. Come per tutte le cose, è un atto di bilanciamento.

Tenendo conto di come un potenziale cavallo valuta in tutte queste aree, un programma può decidere se un cavallo è giusto per loro. Proprio come le esigenze cambiano nel tempo, ogni programma ha esigenze che sono uniche per le loro circostanze.

Grazie, ma no

Sono parole molto difficili da dire per me, ma devo rifiutare la maggior parte delle offerte di cavalli perché hanno uno o più problemi che il mio programma di guida terapeutica non è in grado di gestire. Programmi diversi possono avere risorse diverse, ma per la maggior parte, i motivi del rifiuto includono:

  • Aggressività nei confronti delle persone, come mordere, calciare e un linguaggio del corpo eccessivamente dominante
  • Aggressività nei confronti dei cavalli che impedisce al cavallo di integrarsi in una mandria o di concentrarsi durante una lezione
  • Zoppia acuta che influenza il movimento o il temperamento
  • Movimento irregolare a causa di una vecchia lesione, come un'anca caduta
  • Condizioni croniche e gravi come navite, laminite grave, allergie gravi, coliche ricorrenti, ansia o EPM
  • Condizioni generali e problemi di salute associati alla vecchiaia (di solito sopra i 25 anni) che possono dare al cavallo meno di 2 anni in più di cavalcabilità
  • Stalloni (maschi intatti)
  • Cavalli non addestrati, compresi i cavalli da corsa direttamente dalla pista
  • Mal di schiena o "freddo"
  • Bucking, allevamento, corsa, spinning e qualsiasi abitudine cattiva o pericolosa sotto la sella
  • Paralizzante, ritmo, dondolo e qualsiasi abitudine cattiva o pericolosa nel fienile o al pascolo
  • Iper-sensibilità a nuovi oggetti
  • Comportamento imprevedibile in nuovi luoghi
  • Abitudini di carico o di rimorchio pericolose (difficilmente andiamo da nessuna parte, ma altri programmi potrebbero, e talvolta spediamo cavalli in situazioni di emergenza medica.)
  • Incapacità di accettare cavalieri insoliti (Mettiamo membri dello staff su nuovi cavalli e "fingiamo" di essere i tipi di cavalieri che i cavalli porteranno.)
  • Grave vista o perdita dell'udito
  • Comportamento pericoloso per veterinario, dentista o maniscalco
  • Timidezza della testa, delle orecchie o del corpo
  • Incapacità di concentrarsi sul lavoro quando non si è in vista di altri cavalli
  • Incapacità di accettare il programma del programma di lavoro, affluenza e tempo di stallo
  • Dimensioni / altezza / esperienza errate per le esigenze attuali del programma

Metti alla prova il tuo cavallo!

Se stai pensando di donare il tuo cavallo a un programma di guida terapeutica, i seguenti "giochi" possono preparare il tuo cavallo per una nuova carriera. Ma anche se tu e il tuo cavallo starete insieme per sempre, questi giochi possono stringere il legame tra di voi, darvi "compiti" smontati per i giorni di pioggia e offrire ore di divertimento per voi (e per il vostro cavallo, mentre ride del vostro ridicolo nuove richieste).

Con tutti questi giochi, inizia lentamente e facilmente e aspettati risultati sempre migliori col passare del tempo. Se il tuo cavallo diventa teso, spaventato, arrabbiato o annoiato, cambia argomento per un po '. Più gli piace il suo lavoro, meglio lo farà.

  • Impara una nuova lingua: ci sono dozzine di grandi risorse online sul linguaggio del corpo del cavallo e su come usarlo (dai un'occhiata ai link qui sotto). I cavalli terapeutici ascoltano il linguaggio del corpo dei loro gestori come parte dell'illusione che i cavalieri siano indipendenti e in controllo dei loro cavalli (hanno un supporto silenzioso e invisibile di supporto da parte del personale e dei volontari).
  • Parola, cavallo: i comandi vocali sono facili e divertenti. Inizia con nozioni di base come "Walk on", "Whoa" e "Trot", quindi diventa creativo. I cavalli terapeutici devono rispondere ai comandi vocali dei cavalieri che non riescono a muovere i loro corpi per comunicare e "Whoa" è un freno di emergenza eccezionale per qualsiasi situazione.
  • Sii una statua: insegna al tuo cavallo a stare in piedi quadrato, con lo stesso peso su tutti e 4 i piedi. I cavalli da terapia devono farlo quando i cavalieri salgono e scendono e quando vengono regolate le staffe e la posizione del cavaliere. Suggerimento: se il tuo cavallo è riluttante ad alzare i piedi per raccogliere gli zoccoli, controlla se è in piedi quadrato. Può stare su 3 piedi, ma non 2!
  • Tre non sono abbastanza di una folla: il tuo cavallo può imparare ad apprezzare il fatto di essere curato da 3, 4, 10 persone alla volta (a seconda delle dimensioni del cavallo!). I cavalli da terapia vengono spesso curati in questo modo quando gruppi di organizzazioni locali vengono a visitare.
  • Dodgeball: Okay, a pochi cavalli piace davvero questo gioco, ma essere tolleranti con le palle e gli animali di peluche che volano sopra e dentro di loro è un'importante abilità terapeutica del cavallo. Inizia in modo facile e lento e ricorda che una volta che hai desensibilizzato un lato del cavallo, devi ricominciare dall'inizio dall'altro lato.
  • Poke me: tocca il tuo cavallo ovunque . I clienti possono trovare luoghi insoliti per toccare un cavallo in pochissimo tempo. Questo è un altro gioco di sensibilizzazione, ma potresti trovare un punto nascosto di sfregamento magico che non hai mai saputo, come i lati della base della coda ... Mmmmm prude ...
  • Aiutami: chinati sul tuo cavallo in momenti strani e insegnagli la differenza tra la pressione che dice "sposta" e la pressione che dice "sostenimi". Lo capirà e lo userà quando un cavaliere ha davvero bisogno di un corpo stabile contro cui appoggiarsi.
  • Hai COSA ?: prendi in prestito stampelle, un deambulatore, una sedia a rotelle, un carrello per le ev o un serbatoio di ossigeno vuoto e insegna al tuo cavallo che queste cose sono belle e dovrebbero essere accettate incondizionatamente. Le persone che li usano ottengono abbastanza strane occhiate durante il giorno; meritano l'accettazione nella stalla. Quando il tuo cavallo diventa davvero bravo, insegnagli a camminare, fermarsi e girare mentre viene guidato da qualcuno su una sedia a rotelle (con il backup passivo sul fuorigioco).
  • Sii di nuovo una statua: insegna al tuo cavallo a stare fermo mentre monti e scendi, non importa quanto tempo ci vuole o quanto male lo fai. La maggior parte dei programmi terapeutici utilizza rampe di montaggio che mettono il cavaliere ad almeno 3 piedi da terra, quindi trova un posto sicuro per replicare questa nuova sensazione per il tuo cavallo. Chiedi a un amico a cavallo di stare alla testa del tuo cavallo per stabilizzarlo. Molto probabilmente avrà un volontario che lo tiene quando monta per una lezione.
  • Sacco di patate: cavalcare male. Davvero, davvero male. Schlump in sella, inclinati da un lato, dì al tuo cavallo di fare due cose contemporaneamente. Penserà di averlo perso, ma saprai se ha la tolleranza per i ciclisti terapeutici. Insegnagli a ignorare momenti casuali di squilibrio e bacia il naso quando hai finito. Ti perdonerà.
  • Diamanti e perle: insegna al tuo cavallo a indossare gioielli, come grandi anelli di plastica intorno alle orecchie, cappelli e caschi, campane nella sua criniera e coda, un "mantello" sul sedere e nastri che gli sfilano dalla sella. Faremo qualsiasi cosa sciocca per far sorridere un cavaliere, e gli occhiali da sole giganti su un cavallo sembrano piuttosto sciocchi, davvero!

Ha funzionato!

Volevo che questo articolo aiutasse davvero le persone impegnate e laboriose che fanno prosperare i programmi di guida terapeutica, e lo ha fatto! La Rose of Sharon Equestrian School e Maryland Therapeutic Riding stanno usando questo articolo per educare i loro potenziali donatori di cavalli. Quant'è fico?!

link utili

PATH International (precedentemente noto come NARHA)

L'American Hippotherapy Association (AHA)

Uno dei miei libri preferiti di sempre, Horsewatching di Desmond Morris

Tag:  Diabete-Mine Proprietà dell'animale domestico Pesci e acquari