Come addestrare un cane agilità a correre con un gestore fisicamente limitato

Contatta l'autore

Limitazioni fisiche e agilità

Ad ogni prova di agilità, vediamo i gestori che gestiscono i loro cani nonostante le limitazioni fisiche. Alcuni gestori lottano contro le articolazioni che non funzionano più senza dolore. Altri stanno combattendo il cancro. Altri ancora hanno malattie croniche come una ridotta funzionalità polmonare o problemi cardiaci.

Mentre tutti questi gestori devono essere applauditi per aver continuato a competere nel nostro sport, non c'è dubbio che alcune squadre incontrino un successo maggiore di altre. Le squadre in cui il cane è addestrato a prendere il posto delle abilità umane tendono ad avere più successo. Competenze specializzate, tra cui lavoro a distanza indipendente, indicazioni direzionali rigorose e una più profonda comprensione dei comandi vocali, aiutano il partner canino a navigare su un percorso senza il partner umano fisicamente vicino. Sono uno di questi gestori e ho imparato come addestrare i miei Shelties a sostituirmi dove devo fisicamente abbandonare.

Quando ho ricevuto il mio primo Sheltie, Aslan, 14 anni fa, sapevo già che il trapianto di rene che avevo da 30 anni stava iniziando a fallire. Sapevo che c'era una possibilità che avrei iniziato a perdere l'abilità fisica durante la carriera di Aslan, quindi ho sviluppato una strategia di allenamento per noi due. Mentre mi allenavo con Aslan, ho iniziato a studiare dove Aslan potesse prendermi il controllo a distanza in modo da poter correre di meno (o addirittura trotterellare) e avere ancora successo. Qui descriverò il sistema che ho usato con Aslan e ho continuato e migliorato con gli altri Shelties.

Questo sistema richiede non solo buone capacità di gestione e un ottimo tempismo, ma anche una grande formazione. La pazienza e la coerenza sono indispensabili durante l'addestramento di un cane affinché gestisca l'agilità in modo indipendente a distanza e ascolti segnali verbali invece di affidarsi al corpo di un conduttore per suggerimenti fisici e guida. Dato che non posso sempre essere lì per aiutare i miei cani attraverso un corso, devono imparare a negoziare da soli curve strette e discriminazione di ostacoli, a volte con poco più da me dei miei segnali verbali.

Quando addestrate un cane a lavorare a distanza, ricordate sempre di tenere il cane il più eccitato possibile per l'agilità. Infuso il mio allenamento con energia, nonostante non mi muova molto. Io ho una voce molto eccitata e un senso di urgenza nei movimenti che uso. Trovo i migliori motivatori che posso per il mio cane e li uso liberamente. Il mio cane deve davvero voler fare agilità. Dal momento che voglio eliminare quanto più possibile da parte mia, sto cercando guida e iniziativa da parte del mio partner canino. Lo sviluppo nei miei cani rendendo lo sport divertente in ogni momento. La parte migliore della giornata dei miei cani è fare l'agilità con la mamma!

Alcuni dei componenti più importanti dell'addestramento di un cane al lavoro con un gestore fisicamente limitato includono spunti direzionali rigorosi, addestramento a distanza e una forte comprensione degli spunti verbali. Ecco come ogni componente aiuta il cane a fare il lavoro quando il conduttore non può essere lì.

Indicazioni direzionali

I segnali direzionali includono (ma non sono limitati a) Out, Here, un interruttore laterale (o Left e Right ) e Go On o Straight . Diamo un'occhiata a ciascun segnale direzionale separatamente.

Su

L'indicazione Out significa sempre "lavoro lontano da me a distanza parallela". Out non significa "vai dritto". Di solito c'è una svolta alla linea del cane quando si esegue l' Out. Un buon esempio di Out sarebbe una grande girandola (vedi Figura 1). Se riesci a stare vicino ai salti uno e tre della girandola, il salto Out sarebbe il salto numero 2.

Il mio segnale manuale per l' Out è un braccio completamente esteso. Il mio cane, nel tempo, può persino imparare che quando il mio braccio è dritto, intendo una distanza più lontana rispetto a quando il mio braccio è fuori dal mio lato, per esempio, con un angolo di 45 gradi.

Out è una parte enorme dell'addestramento di un cane a lavorare con un gestore fisicamente limitato perché consente al cane di lavorare a distanza mentre il conduttore può o trotterellare o percorrere il percorso.

Qui

Qui significa girare verso il conduttore e prendere qualunque ostacolo ci si trovi. Questo comando viene spesso utilizzato in sequenze più strette in cui il cane deve entrare dal conduttore, non lontano. Un segnale manuale coerente per Here aiuterà anche il cane a leggere l'indicazione, anche a distanza. Qui può essere utilizzato durante le croci frontali, il che significa ancora girare verso di me e prendere tutto ciò che trovi lì. Nella girandola nella Figura 2, puoi vedere il salto n. 3 è un ostacolo " Qui ".

Cue interruttore laterale

A volte chiamato spunto per interruttore principale, è un altro componente per addestrare un cane a lavorare con un gestore disabile. In questo spunto, il cane impara a allontanarsi dal conduttore e prendere l'ostacolo trovato lì. Questo spunto è quasi sempre usato con una croce posteriore e diventa un must per i gestori che si trovano bene dietro i loro cani.

Un cane che corre alla sua destra verso un salto può sentire un conduttore, che è dietro di lui, chiamare la stecca e vederla lanciare un segnale manuale (spesso il braccio opposto al cane) per indicare l'interruttore laterale. Il cane in quel momento cambia al guinzaglio sinistro e prende l'ostacolo trovato lì. (vedi figura 3)

Se un conduttore desidera un controllo ancora maggiore a distanza, il cane può essere addestrato a girare a sinistra o a destra su un segnale verbale. Alcuni gestori hanno difficoltà a fornire una stecca sinistra o destra al volo, e potrebbero fare meglio a rimanere con una stecca da interruttore laterale adatta per tutti.

Vai avanti (o dritto)

Molti gestori usano Go o Go On per indicare che il cane dovrebbe affrontare l'ostacolo successivo più ovvio che è "una specie di" di fronte a lui. L'ostacolo potrebbe essere in linea retta dal cane o potrebbe essere necessario arcuarsi per trovarlo. Trovo questo direzionale troppo vago per i miei cani e alleno uno spunto più specifico. Per i cani addestrati per il conduttore fisicamente limitato, l'indicazione Go o Straight può significare prendere l'ostacolo che si trova in una linea diretta e diritta di fronte al cane. Trovo che Straight sia estremamente utile per il lavoro a distanza. Se il mio cane corre a distanza e vede tre salti vicini l'uno all'altro, posso facilmente inviarlo su quello giusto dando la stecca corretta. (vedi figura 4)

Suggerimenti per l'allenamento di indicazioni direzionali

Non posso enfatizzare troppo l'importanza di assicurarmi che l'indicazione direzionale proveniente dalla tua bocca sia quella che il cane deve sentire. Osservo sempre la linea del cane quando cammino un corso, non la mia linea, per determinare quali segnali devo chiamare in rotta. Quello che potrebbe sembrare un indizio per me nella mia posizione sul campo potrebbe in realtà essere un segnale laterale per il cane. Una forte comprensione dei cavi e di come i tuoi segnali direzionali li influenzano possono migliorare notevolmente la capacità del tuo cane di navigare con precisione su un percorso.

È possibile combinare alcuni dei segnali direzionali quando si invia un cane in giro per un percorso. Ad esempio, se vuoi che il tuo cane cambi i guinzagli e poi giri bruscamente verso di te per un avvolgimento, puoi dare la stecca dell'interruttore laterale e quindi la tua stecca avvolgente. Questa combo dice al cane di cambiare guinzaglio e quindi avvolgere il salto. Switch and Out funziona altrettanto bene, mandando il cane ad un ostacolo lontano dopo aver cambiato porta. Gli spunti direzionali che non possono essere usati insieme senza creare confusione sono Out and Here, per esempio.

L'uso di segnali direzionali errati o la segnalazione accidentale di segnali direzionali errati può confondere il cane e far sbiadire la comprensione del cane. Fai attenzione a ciò che ti esce dalla bocca quando corri un cane. L'unico modo per i cani di comprendere veramente i tuoi segnali è quello di essere completamente coerenti con loro. Anche qualche errore può creare confusione e l'intero sistema può iniziare a fallire. Ci vuole tempo per addestrare un cane a segnali direzionali sicuri e affidabili. La pazienza è la chiave per raggiungere questo livello di allenamento.

Ricorda anche che il cane ha bisogno di sapere dove andare prima di cosa portare. Fornire sempre l'indicazione direzionale prima del nome dell'ostacolo. Se il tuo cane è particolarmente veloce, potresti scoprire che non c'è tempo per dare altro che indicazioni direzionali. Spesso nei corsi Jumpers uso solo segnali direzionali e non chiamo nomi di ostacoli. Dopotutto, sono quasi tutti salti.

Formazione a distanza

Insieme a forti direzioni, la distanza è anche la chiave per addestrare un cane a superare i limiti di un conduttore. Un buon conduttore può guardare su un percorso e sapere dove mandare il cane a lavorare senza il conduttore nelle vicinanze e dove sul conduttore il conduttore deve essere vicino per portare il cane attraverso sequenze strette o difficili. Esamino le mappe dei corsi prima di percorrere il corso per farmi un'idea di dove posso mandare il mio cane fuori e dove posso incontrarlo di nuovo per aiutarlo a superare i punti più difficili. Quindi posso trotterellare da un'area difficile a un'area difficile, lasciando il mio cane uscire e lavorare le sezioni più ampie e più facili del corso. (vedi video sopra)

La distanza viene allenata insieme a segnali direzionali e alla prestazione individuale degli ostacoli. Il tempismo è fondamentale quando si lavora a distanza. Un cane naturalmente vuole tornare indietro verso il conduttore. Senza il verbale precoce, il segnale manuale, la spalla e persino qualche supporto per il movimento in avanti per rimanere a distanza, un cane può facilmente perdere un ostacolo.

Maggiore è la distanza, migliore è. Per me, essere in grado di lavorare a una distanza di 30-50 piedi è sufficiente. Discuterò di più su come allenare la distanza nei prossimi due articoli della serie.

Indicazioni verbali

La voce diventa molto più importante quando si cerca di addestrare un cane a lavorare con una persona fisicamente limitata. Ci sono momenti durante una corsa in cui un conduttore potrebbe arrivare così lontano dietro un cane che quasi tutto ciò che rimane per mandare il cane all'ostacolo corretto è un segnale verbale. Pertanto, il cane deve essere addestrato a fare più affidamento su segnali verbali e il conduttore deve essere addestrato a fornire anche segnali verbali accurati e tempestivi.

I cani osservano quattro segnali del conduttore quando decidono dove andare su una rotta. Il movimento in avanti, le spalle, i segnali manuali e la voce sono pesati dal cane in rotta, ma non hanno tutti lo stesso peso. Un cane verde farà più affidamento prima sul movimento in avanti, quindi sulle spalle, quindi sui segnali manuali e infine sugli indizi verbali. L'indizio verbale è il più debole di tutti. Per questo motivo, dobbiamo addestrare un cane a considerare lo spunto verbale uguale o più influente degli altri.

Questa formazione richiede tempo. Il conduttore insegna al cane attraverso l'addestramento del modello, l'addestramento al bersaglio o usando un giocattolo come bersaglio per correre verso un punto in una sequenza mentre il conduttore rimuove il primo movimento in avanti, quindi le spalle e persino il segnale della mano dall'equazione. Questo lascia il cane che corre verso il bersaglio o attraverso il modello con solo i segnali verbali del conduttore che dirigono il cane. (Ancora una volta, questi passaggi di addestramento verranno ulteriormente approfonditi negli altri articoli della serie. Vedi sotto per i collegamenti.)

Puoi anche addestrare un cane a rispondere a diversi schemi di salto anche solo con la voce. A un cane può essere insegnato a fare un 270 a distanza con segnali verbali e segnali del corpo a distanza Serpentine, avvolgimenti, fili, dorsi e girandole sono altri esempi di modelli di salto che possono essere insegnati pesando i segnali verbali più pesantemente di quelli fisici. Nota: i segnali delle lancette a distanza, i segnali di movimento in avanti e sulle spalle sono ancora DEVE e non devono essere ignorati o inutilizzati. La coerenza nei segnali manuali è importante quanto la coerenza nella parolaccia verbale. I segnali manuali svolgono un ruolo importante nel lavoro a distanza e i segnali manuali devono essere ampi e facilmente visibili. Insegnare a un cane a pesare pesantemente un segnale manuale è un grande vantaggio.

Ancora una volta, il tempismo è essenziale. Il tempismo scadente è spesso la caduta degli handler che cercano spunti di distanza e direzionali. Il cane ha bisogno di sapere con largo anticipo dove si sta dirigendo e un segnale verbale precoce ma opportunamente programmato lo rende possibile. I gestori che danno segnali in ritardo (verbali e fisici) fanno rallentare i loro cani. Anche a distanza, l'agilità riguarda la velocità, non la lentezza.

Più suggerimenti

Ecco alcune altre cose che un cane deve sapere per eseguire l'agilità con un gestore con difficoltà fisica:

- Contatti statici : addestrare il cane a fermarsi nella parte inferiore di ogni contatto e tenere premuto il contatto fino al rilascio. Questo dà a un gestore fisicamente il tempo di camminare o trotterellare in posizione per la prossima sezione del corso. Con tre contatti (barcollante, passerella, telaio ad A) e in alcuni luoghi il tavolo, ciò consente al conduttore di avere ampie opportunità di raggiungere o anticipare il cane. Gli handler che non hanno resistenza possono usare questi tempi per riprendere fiato e guadagnare energia.

- Lead-out : i lead-out lunghi possono essere un grande vantaggio per un gestore con disabilità fisiche. I lead out possono essere utilizzati dalla linea di partenza, dalla tabella o persino da contatti statici.

- Prestazioni indipendenti sugli ostacoli : essere in grado di allontanarsi lateralmente da ostacoli più lunghi come la passerella, i pali della trama o persino il telaio ad A e tuttavia fidarsi del cane per dare una prestazione costante è un must per ogni squadra fisicamente sfidata. Può salvare iarde dalla linea di corsa del conduttore, aiutando il conduttore a essere presente nelle sezioni più difficili del percorso.

- Velocità : non aver paura della velocità. La velocità di un cane può portarlo a una distanza maggiore e quindi maggiori opportunità per il conduttore. Abbraccia la velocità e non allenarti per un cane più lento. Un cane più veloce consente anche a un conduttore di dedicare più tempo ai punti statici (contatti, tabelle) e di uscire da questi ostacoli senza superare il tempo di percorrenza. La velocità è un amico per il gestore fisico limitato. Usalo

- Spazi aperti : non aver paura di mandare un cane in spazi aperti ai bordi di un percorso per darti il ​​tempo di metterti in posizione per gestire una sezione difficile. Spesso puoi ritardare un segnale direzionale e lasciare che il cane corra in aree aperte prima di richiamarlo su un salto e in una sezione di percorso difficile in cui è necessaria la tua presenza. Anche se impiegherai un po 'di tempo, probabilmente avrai la precisione per qualificarti.

L'agilità è possibile per tutti

Non c'è dubbio che i gestori fisicamente limitati possono avere successo con i loro cani - anche con successo di alto livello - se sono disposti a diventare grandi addestratori. Ci vorrà un sacco di determinazione e volontà di dedicare ore e ore di allenamento extra, ma si può fare. Sviluppando un sistema in cui il cane impara come eseguire le attività di agilità a distanza con segnali fisici limitati dal conduttore, entrambi i membri del team possono godere di corse di agilità soddisfacenti, veloci ed elettrizzanti.

La serie di distanze

Questo è l'articolo 1 della "Serie di distanze". Potresti anche essere interessato al secondo articolo, "Come addestrare la direzione direzionale in agilità", il terzo articolo, "Come addestrare la direzione, cambiare direzione e qui" o "La verità sulla gestione a distanza e le sfide dell'agilità di oggi ", che esamina se sia fattibile per coloro che sono fisicamente limitati affrontare le sfide in stile euro che si trovano nell'agilità di oggi.

I tre articoli "Distance Series" sono stati rivisti da una serie che l'autore ha scritto per la rivista Clean Run nel 2009.

Tag:  Salute Animali da fattoria come animali domestici Roditore