I cani possono piangere come fanno gli umani?

Ad un certo punto, i proprietari di cani potrebbero chiedersi se i cani possano piangere come fanno gli umani. Forse potresti non aver visto un video diventato virale non molto tempo fa che raffigurava un cane che stava versando lacrime emotive dopo essere stato salvato. Questo video e alcuni altri erano piuttosto popolari e molte persone credevano davvero che i cani dovessero avere la capacità di piangere proprio come fanno le persone. Ma è vero?

Non c'è dubbio che i cani hanno la capacità di provare diverse emozioni. Secondo Stanley Coren, professore emerito nel dipartimento di psicologia dell'Università della British Columbia, i cani sono in grado di provare diverse emozioni di base come gioia, paura, rabbia e disgusto. Ma sulla base delle ricerche attuali, i cani non hanno ancora dimostrato la capacità di manifestare emozioni più complesse come la vergogna, l'orgoglio e la colpa. (A proposito, se pensi che il tuo cane si comporti in colpa, considera che gli studi rivelano che l'aspetto colpevole del cane non è quello che sembra.)

Mentre i cani provano e spesso mostrano emozioni molte volte, tendono a manifestarle in modo diverso rispetto agli umani. Quindi, se ti stai chiedendo se i cani sono in grado di versare lacrime e piangere proprio come fanno gli umani, continua a leggere prima di consegnare quella scatola di tessuto a Scruffy!

Piangere da una prospettiva umana

Quindi i cani piangono come fanno gli umani? Bene, mentre umani e cani condividono alcune emozioni di base, gli umani sembrano essere meglio equipaggiati con le giuste strutture per rendere possibile il pianto. Per piangere, avresti prima bisogno di una forte emozione come gioia, tristezza o impotenza e poi avresti bisogno di occhi in grado di versare lacrime come risposta a tali emozioni.

Finora gli umani sono le uniche specie dotate della capacità di piangere quando si tratta di produrre lacrime emotive, spiega Ad Vingerhoets nel libro "Why Only Humans Weep: Unraveling the Mysteries of Tears". Ma non è tutto. È interessante notare che il pianto è qualcosa che iniziamo a fare dal momento in cui facciamo il nostro primo respiro e che possiamo continuare a fare fino al giorno della nostra morte.

Quando piangiamo da bambini, siamo in grado di sollecitare l'attenzione (più latte per favore!) Dalle nostre madri o caregiver e quindi questo è diventato un comportamento adattivo che aumenta le nostre possibilità di sopravvivenza. Anche i cuccioli appena nati piangono, ma non verseranno lacrime come fanno gli umani. Come i bambini, i cuccioli useranno le vocalizzazioni per attirare il cane madre e avvisarla quando si sentono freddi, malati o affamati. Anche in questo caso, tuttavia, il piagnisteo dei cuccioli ha uno scopo adattivo, ma a quanto pare i cuccioli non hanno bisogno delle lacrime in più, perché?

Il motivo per cui gli esseri umani producono lacrime quando si piange rimane una di quelle materie altamente discutibili e molti esperti del settore hanno compilato diverse teorie. Perfino Charles Darwin ha escogitato la sua teoria nel 1872, praticamente concludendo che il pianto è - rullo di tamburi per favore ... "senza scopo!" Tuttavia, questa risposta non sembra soddisfare la sete di conoscenza di molte persone.

Una teoria afferma che quando versiamo lacrime, stiamo rimuovendo sostanze tossiche che tendono ad accumularsi quando i nostri corpi sono sotto stress. Questa teoria non sembra molto infondata considerando il senso di sollievo che molte persone provano dopo aver pianto.

Un'altra teoria afferma che versare lacrime aumenta le possibilità di sentimenti di empatia da parte di coloro che sono testimoni dell'incantesimo piangente, e quindi quegli occhi lacrimanti devono essere stati favoriti da Madre Natura come uno di quei comportamenti intesi ad aumentare le nostre possibilità di sopravvivenza come specie.

Infine, una terza grande teoria viene da Oren Hassen, un biologo evoluzionista israeliano. Teorizza che la presenza di lacrime è un segnale sincero che comunica l'intenzione di non danneggiare, considerando che le lacrime compromettono la nostra capacità di vedere e che non si può mostrare aggressività quando la visione è offuscata in questo modo. Le lacrime quindi funzionano bene come segnale di appagamento (vengo in pace e non intendo alcun danno!) Che è diventato fruttuoso nella nostra storia evolutiva.

Piangere dalla prospettiva di un cane

Come visto, come esseri umani siamo quindi dotati della capacità di versare lacrime, e questo probabilmente deve aver avuto un ruolo importante nella nostra comunicazione con gli altri. Inoltre, i nostri lineamenti del viso sono volutamente trasformati in modo tale da consentire il pianto, ma i cani? I cani piangono?

Sì, i cani piangono, ma non allo stesso modo degli umani. In altre parole, i cani non versano lacrime come gli umani. Come abbiamo visto, i cuccioli piangono, ma sotto forma di vocalizzazioni distinte (più simili alle chiamate di soccorso) quando sono molto giovani e hanno bisogno della cura della madre. Man mano che i cuccioli crescono, possono ancora "piangere" l'infanzia passata sotto forma di piagnistei.

Apparentemente, queste vocalizzazioni hanno dimostrato di essere adattive e degne di essere conservate nel repertorio comportamentale di un cane da adulto. Invece di sollecitare le cure che danno azioni dal cane madre, tuttavia, queste vocalizzazioni nei cani adulti sono spesso dirette verso di noi. È interessante notare che molti professionisti del comportamento dei cani ritengono che il lamento dei cani che soffrono di ansia da separazione imiti da vicino le distinte vocalizzazioni dei cuccioli separati dal cane madre.

Nei cani piagnistei e guaiti possono anche aver avuto un vantaggio evolutivo. Ad esempio, quando i cuccioli stanno giocando, se un cucciolo sembra giocare in modo troppo duro, il suo compagno di gioco può "piangere" urlando e ritirandosi bruscamente dal gioco per informarlo che il gioco sta sfuggendo di mano. Non sappiamo ancora se i cani possano provare empatia nello stesso modo in cui lo fanno le persone, ma il cucciolo che gioca rozzo impara presto che per continuare a giocare con i suoi fratelli, deve ricorrere a tattiche meno ruvide.

Tuttavia, come si può immaginare, mentre i cani hanno l'hardware necessario per far lacrimare gli occhi, lo spargimento di lacrime non avviene a causa di forti emozioni. Invece, nei cani le lacrime sono state versate come una reazione naturale alle sostanze irritanti nei loro occhi.

La scienza non può provarlo, ma nella mia mente non c'è assolutamente alcun dubbio che cani e gatti provino sentimenti reali, tanto potenti quanto i nostri. È solo che non ho mai sentito parlare di un caso di un cane o un gatto che si arrabbia o si deprime e poi piange lacrime vere come risposta.

- Nicholas Dodman.

Occhi piangenti nei cani

Come accennato, i cani hanno le strutture necessarie per far accadere il pianto. Madre Natura ha fatto in modo che i cani ne fossero dotati perché la produzione di lacrime è di vitale importanza per gli occhi sani. Le lacrime aiutano a lubrificare l'occhio che aiuta a mantenerle umide e le lacrime possono intrappolare sostanze irritanti che vengono lavate via dalle palpebre del cane.

Quando vediamo lacrime eccessive nei cani, il suo termine medico è " epifora " . Ciò può accadere a causa di diverse condizioni mediche. Ad esempio, se i condotti lacrimali di un cane vengono ostruiti, le lacrime traboccano perché la normale via di drenaggio è bloccata o se un cane ha le palpebre inferiori ricadenti, potrebbe essere predisposto ad avere lacrime versate, spiega il veterinario Andrea J. Cecur . L'eccesso di pianto può anche essere il risultato di un trauma oculare causato dallo sfregamento dei peli sull'occhio del cane o forse un graffio sulla cornea. Quindi, prima di passare Scruffy a Kleenex e una mano sulla spalla per offrire conforto, un'opzione migliore potrebbe essere fargli vedere il veterinario!

Lo sapevate? Oltre ad avere una palpebra superiore e inferiore, i cani hanno anche una terza palpebra, nota anche come membrana nittitante. Non vedi comunemente questa membrana mentre il tuo cane è sveglio, ma quando sonnecchia, potresti aver notato questa membrana rosata / rossa attraverso l'occhio del tuo cane. Questa membrana, situata nell'angolo interno degli occhi di un cane, aiuta a proteggere gli occhi mentre il cane dorme e agisce come un tergicristallo per eliminare eventuali sostanze irritanti, spiega l'oculista veterinaria Deborah S. Friedman. Inoltre, questa ghiandola aiuta a produrre un terzo delle lacrime del cane.

La linea di fondo

Quindi i cani piangono? No, i cani non piangono nel senso che versano lacrime dalle emozioni, ma i loro occhi hanno la capacità di produrre lacrime quando sono irritati. Tuttavia, solo perché un cane non piange come fanno gli umani, non significa che non possano provare emozioni. Anche i cani provano emozioni e talvolta le manifestano attraverso vocalizzazioni come piagnistei, lamenti, gemiti, piagnucolii e sospiri. Alcuni cani hanno anche la straordinaria capacità di mostrare facce tristi.

E i video dei cani che piangono che hai visto sul web? Ci sono possibilità che questi cani abbiano appena avuto "occhi piangenti" da un disturbo oculare sottostante al momento giusto, e quindi il video è stato creato artificialmente per apparire come se questi cani piangessero per le emozioni. Hoax o verità? Dopo aver letto questo articolo, sarai il giudice.

"Se il tuo cane ha dei fluidi che escono dagli occhi, potresti supporre che l'animale pianga. Tuttavia, è importante per i proprietari di animali domestici notare che i cani non possono piangere come fanno gli umani. Se gli occhi di un cane scaricano liquidi, è perché qualcosa non va, non perché l'animale è sopraffatto dall'emozione ".

- Ospedali veterinari VCA
Tag:  Animali esotici conigli Formazione-Center