Cosa devo fare se il mio cane ha mangiato veleno per topi?

Cosa dovresti fare?

Rachel Barrack, DVM, CVA, CVCH afferma: "L'ingestione di rodenticida è una tossicità molto comune e molto grave (anche fatale) negli animali domestici. L'intervento veterinario immediato è fondamentale e il trattamento sarà sintomatico. Se sospetti che il tuo animale abbia ingerito ratto il veleno contatta immediatamente il veterinario in modo da poter iniziare il trattamento il più rapidamente possibile. " Vai immediatamente dal veterinario con una scatola del tipo di veleno che è stato ingerito perché il trattamento dipenderà dal tipo di veleno.

Come trattare un cane che ha mangiato veleno per topi

  1. Il veterinario indurrà il vomito con acqua ossigenata se l'ingestione è avvenuta nelle ultime due ore. Il veterinario può anche dare carbone attivo al tuo cane per aiutare ad assorbire il veleno e ridurre la quantità di tossina rilasciata nel flusso sanguigno. Se il vomito non può essere indotto, lo stomaco può essere pompato. Il veterinario eseguirà anche alcuni esami del sangue, prestando particolare attenzione ai fattori della coagulazione.
  2. Se non riesci a raggiungere l'ospedale prima che siano trascorse due ore, chiama il veterinario o la hotline per il veleno per animali domestici (vedi sotto). Un veterinario può chiederti di indurre il vomito a casa al telefono.
  3. A seconda del tipo di veleno, verranno somministrati numerosi trattamenti. Il trattamento più comune è la vitamina K, che il tuo cane riceverà ogni giorno per 3-4 settimane se ingerisce un anticoagulante. Il tuo cane riceverà iniezioni di vitamina K se la situazione è pericolosa per la vita. Altrimenti, le verrà somministrata vitamina K per uso veterinario (compresse da 25 mg), che è in realtà cinque volte più forte della dose orale prescritta nell'uomo.
  4. Non esistono antidoti per l'avvelenamento da brometalina, colecalciferolo o fosfuro di zinco e indurre il vomito è l'unico modo per aiutare a prevenire gli effetti avversi della tossicità. Se compaiono segni clinici (sintomi gravi), il cane può richiedere liquidi IV per due o tre giorni, farmaci specifici (ad es. Diuretici, steroidi, calcitonina e bifosfonati), trasfusioni di sangue / plasma e / o ossigenoterapia.

Chi chiamare se il tuo cane viene avvelenato

  • Il tuo veterinario
  • Un ospedale di emergenza per animali locale
  • L'ASPCA offre una linea di controllo del veleno che risponde alle chiamate dei proprietari di animali domestici che hanno ingerito una sostanza tossica. La linea di controllo del veleno ASPCA è aperta 24 ore su 24, 365 giorni l'anno e può essere raggiunta al numero 888-426-4435. Si applica una commissione di consulenza di 65 dollari. Tieni questo numero sempre a portata di mano!
  • Un'altra opzione è chiamare la hotline di veleno per animali domestici. Il numero per questo Centro antiveleni per animali 24/7 è 800-213-6680.
  • In alternativa, JustAnswer ha veterinari online tutto il giorno a un costo nominale (generalmente inferiore a $ 20). Potrebbero dirti cosa fare se il tuo cane ha mangiato un veleno.

Tuttavia, il tempo è essenziale e la soluzione migliore è contattare immediatamente il veterinario o dirigersi verso il centro di emergenza per animali più vicino.

Come indurre il vomito con perossido di idrogeno

Se non riesci a raggiungere il veterinario prima che siano trascorse due ore, puoi provare quanto segue con l'approvazione di un veterinario.

  1. Misura 1 ml di perossido di idrogeno al 3% per chilo di peso corporeo. La regola empirica è di dare 1 cucchiaino da tè (5 ml) per ogni 10 kg di peso corporeo. Non superare i 45 ml anche se il tuo cane pesa di più.
  2. Solleva l'angolo del labbro del tuo cane e schizzi delicatamente il perossido di idrogeno nell'angolo della bocca del cane usando una siringa o un bastoncino di tacchino.

Nota: non tentare mai di far vomitare il cane senza prima consultare un veterinario. A volte indurre il vomito nei cani sintomatici può fare ancora più male quando il veleno ritorna sull'esofago.

Il veterinario dimostra come far vomitare un cane

Tasso di sopravvivenza al veleno del ratto del cane

Il tasso di sopravvivenza di avvelenamento da ratto anticoagulante è di circa il 98, 7% secondo uno studio pubblicato nel Journal of American Veterinary Medical Association che ha esaminato 123 casi di avvelenamento da ratto anticoagulante nei cani dal 1996 al 2003. Secondo questo studio, il tuo cane può sopravvivere dopo aver mangiato avvelenamento da ratto e le possibilità di sopravvivenza sono maggiori se il cane ingerisce anticoagulante contro brometalina, colecalciferolo o fosfuro di zinco.

Tipi di rodenticidi e loro effetti sui cani

Tipo di veleno per topiChe cos'è?Quanto tempo ci vorrà per farlo?Sintomi
Anticoagulante (brodifacoum, bromadiolone, clorofacinone, dipacinone o warfarin).Questo è il tipo più comune di veleno per topi ingerito dai cani. Inibisce la capacità del corpo di riciclare la vitamina K, prevenendo la coagulazione del sangue. Pertanto, si verifica un sanguinamento interno e alla fine uccide il cane.Potrebbero essere necessari dai 2 ai 7 giorni prima che compaiano i sintomi.Sanguinamento da naso, occhi, orecchie. Gengive pallide o bianche, sangue nelle urine e / o nelle feci. Lividi sulla pelle. Debolezza, letargia, perdita di appetito.
BrometalinQuesta neurotossina aumenta l'accumulo di sodio nelle cellule, in modo che quando l'acqua viene ingerita, le cellule si gonfiano e muoiono. Il veleno colpisce il sistema nervoso centrale (cervello, colonna vertebrale e nervi).Se viene ingerita solo una piccola quantità, i sintomi si manifestano per 1-2 settimane. Se viene ingerita una grande quantità, i sintomi compaiono entro 2-24 ore ed è rapidamente fatale.Diminuzione dell'appetito e della sete, pressando la testa contro i mobili, girando intorno, movimento alterato, paralisi degli arti posteriori, tremori, convulsioni.
Colecalciferolo (Vitamina D3)Questo veleno aumenta i livelli di calcio nel corpo a un livello potenzialmente letale. L'ingestione di questo veleno può portare a insufficienza renale acuta (insufficienza renale) e problemi cardiaci.L'insufficienza renale acuta si svilupperà 3-4 giorni dopo l'ingestione. I segni potrebbero non essere evidenti per 1-2 giorni.Alitosi, feci sanguinolente, diarrea, disidratazione, sbavamento, sete e minzione eccessive o diminuite, convulsioni, tremori, letargia e dolori di stomaco.
Fosfuro di zinco e stricninaQuesto veleno è disponibile solo per i professionisti della rimozione dei parassiti. Quando ingerito, crea un gas tossico chiamato fosfina nello stomaco del tuo cane.I segni compaiono in meno di un'ora se il cane ha cibo nello stomaco o fino a 12 ore a stomaco vuoto.Nausea, mancanza di respiro, diarrea, perdita di appetito, convulsioni, incoordinazione, paralisi.

Quanto tempo impiega il veleno per topi a colpire un cane?

I sintomi del veleno contenente fosfuro di zinco si manifestano tra 1-12 ore. I sintomi degli anticoagulanti contenenti bromadiolone o warfarin potrebbero non manifestarsi per due giorni o una settimana, ma se ne vengono ingerite abbondanti quantità, i segni di avvelenamento saranno evidenti entro le prime 24 ore.

Quanto veleno per topi ci vuole per uccidere un cane?

Aubrey Tauer, DVM MPH e capo veterinario di AnimalBiome sottolinea che "anche una piccola quantità può essere molto pericolosa". Un blocco di veleno per topi anticoagulanti per 2 libbre di peso del tuo cane è la quantità di veleno per topi che ci vorrebbe per far ammalare il tuo cane. I sintomi possono non manifestarsi per 3-4 giorni nei cani di grossa taglia, ma i cani di piccola taglia reagiranno al veleno entro poche ore. Più mangia il tuo cane, più fatale sarà il veleno.

Marche di rodenticida e loro ingredienti attivi

I segni di problemi generalmente variano da un tipo di veleno all'altro, quindi è molto importante che il veterinario sappia esattamente cosa è stato ingerito perché il trattamento dipenderà dal tipo di veleno che è stato ingerito. I tipi più comuni di veleno per topi contengono le seguenti sostanze tossiche elencate di seguito. Quando si contatta il veterinario o il centro antiveleni, è molto importante fornire il nome e l'ingrediente attivo elencati .

Molti proprietari di cani aiutano molto i veterinari quando entrano in clinica con una scatola di veleno per topi che il loro cane ha ingerito.

Ingredienti comuni:

  • Warfarin (dicoumarol)
  • Brometalin
  • La stricnina
  • Fluoroacetato di sodio
  • Fosforo
  • Fosfuro di zinco
  • colecalciferolo

Marchi comuni di veleni anticoagulanti:

Warfarin, fumarina, D-CON con brodifacoum, bromadiolone, pindone, dipacinone, clorofacinone, difetialone, Havoc, Liqu-Tox II, Final Blox, D-con, Talon, Contrac Blox, Enforcer e Tomcat.

In questi casi, l'antidoto è la vitamina K.

Veleni non anticoagulanti:

Quintox, Rat-B-Gone, Mouse-B-Gone, Bromethalin Fast Kill, Strychnine Gopher Bait 50 e Zinc Phosphide, Moletox.

Sfortunatamente non esiste un antidoto per la maggior parte di questi.

Trattamento avvelenamento da ratto per cani

Trattamento per anticoagulanti:

Gli anticoagulanti impediscono la coagulazione del sangue e portano a sanguinamenti interni ed esterni incontrollati e spontanei. Fortunatamente, l'antidoto è costituito da grandi quantità di vitamina K. Le pillole di vitamina K della farmacia non sono adeguate. Il tuo cane avrà bisogno di iniezioni ripetute di vitamina K nel corso di 3-4 settimane fino a quando la coagulazione non ritorna alla normalità. Il cane può anche richiedere sangue intero o trasfusione di plasma congelato e / o ossigenoterapia a seconda della gravità dei coaguli di sangue.

Trattamento per Bromethalin:

Questo tipo di avvelenamento provoca gonfiore del cervello. Emesi (vomito indotto) e carbone attivo sono gli unici trattamenti disponibili per la brometalina, ma è necessario agire immediatamente perché la brometalina agisce rapidamente. I gatti sono due o tre volte più sensibili dei cani, quindi se il tuo cane ingerisce questo tipo di avvelenamento, potrebbe esserci una possibilità di sopravvivenza.

Trattamento per avvelenamento da colecalciferolo:

Il colecalciferolo aumenta calcio ad un livello pericoloso per la vita. Sfortunatamente, esiste un margine di sopravvivenza molto stretto per questo tipo di veleno e non esiste un antidoto. Per risultati positivi, il tuo cane avrà bisogno di fluidi IV aggressivi per due o tre giorni e di farmaci specifici (ad es. Diuretici, steroidi, calcitonina e bifosfonati) per ridurre i livelli di calcio nel corpo. Anche se il tuo cane sopravvive, può mostrare segni clinici (molto probabilmente problemi ai reni).

Trattamento per avvelenamento da fosfuro di zinco:

Non esiste un antidoto specifico per l'avvelenamento da fosfuro di zinco. Il veterinario cercherà di indurre il vomito o eseguire un lavaggio (lavaggio interno) dello stomaco del tuo cane con una soluzione di bicarbonato di sodio al 5%, che neutralizza i livelli di pH gastrico e impedisce allo stomaco di creare gas tossici.

Come funziona la maggior parte del veleno per topi

Il tipo più comune di veleno per topi sono gli anticoagulanti, che impediscono la coagulazione del sangue del ratto. Normalmente, il sangue contiene sostanze speciali che aiutano la coagulazione del sangue. Queste sostanze speciali (spesso indicate come fattori di coagulazione) sono responsabili della conversione del fibrinogeno in una miscela di fibrina insolubile, che alla fine provoca l'adesione delle piastrine e la coagulazione del sangue. Questo è spesso noto come '' coagulo di fibrina '', e chiude lo strappo della nave e quindi blocca l'emorragia.

La coagulazione inizia normalmente entro cinque minuti da una lesione dei vasi sanguigni. Questo è un meccanismo di difesa molto importante che si verifica automaticamente quando un vaso sanguigno è danneggiato. Senza fattori di coagulazione, alla fine si morirebbe sanguinando .

Quando un animale ingerisce veleno per topi, non si producono più fattori di coagulazione. Anche se questo potrebbe non creare immediatamente problemi, sicuramente lo farà nel prossimo futuro.

Valutazione dell'entità del problema

Mentre il veleno per topi potrebbe non creare immediatamente problemi, una serie di eventi a cascata inizierà presto a verificarsi e le cose inizieranno a deteriorarsi rapidamente. Non sottovalutare il problema! Se conosci il tuo cane ingerito veleno per topi o lo sospetti, porta immediatamente il cane dal veterinario!

Ma il mio cane sta bene!

È comune per i proprietari di cani supporre che solo perché il loro cane sta bene dopo aver ingerito veleno per topi è praticamente fuori dal bosco. Generalmente, il veleno per topi anticoagulanti impiega del tempo per iniziare a creare problemi (da due giorni a una settimana). Per questo motivo, è indispensabile agire immediatamente invece di attendere segni di problemi.

Sfortunatamente, coloro che hanno aspettato abbastanza a lungo per assistere a gravi problemi di salute nei loro cani spesso perdono il loro cane.

Perché ci vuole un po 'di tempo per mostrare i sintomi

I cani hanno una riserva di fattori di coagulazione nel sangue. A seconda della quantità di veleno di roditore che un cane ha ingerito, i segni di un problema possono iniziare giorni o settimane dopo l'esaurimento della riserva di fattori della coagulazione. Privato di qualsiasi nuovo fattore di coagulazione, il cane inizierà presto a livido e sanguinante internamente, il che farà andare le cose in discesa abbastanza rapidamente.

Questo effetto ritardato spiega perché la maggior parte dei topi e dei topi muoiono lontano dalla fonte del veleno. Dopo aver mangiato esca per topi, molto probabilmente il topo si allontanerà e quando il veleno avrà effetto un giorno o due dopo, morirà.

Come il tuo cane potrebbe essere avvelenato

Incidente

A volte, i proprietari di cani non sanno che i loro cani hanno ingerito veleno per topi. Ciò accade spesso quando i cani non sono sorvegliati. Le esposizioni si verificano spesso per caso, ad esempio quando si trasferisce in una nuova casa senza sapere che un inquilino precedente ha lasciato del veleno in giro.

Avvelenamento secondario

La tossicosi secondaria si verifica quando il cane mangia un topo che è stato avvelenato. Solo perché non hai esche per topi in casa non significa che il tuo cane non possa avere veleno per topi nel suo sistema! Se il tuo vicino usa veleno per topi e il tuo cane cattura e mangia un topo debole, morente o morto per avvelenamento, il tuo cane può ancora ingerire quelle tossine pericolose!

Avvelenamento deliberato

Alcune persone purtroppo avvelenano deliberatamente i cani lanciando una polpetta piena di veleno per topi al cane ignaro. Sfortunatamente, il veleno per topi è fatto per avere un buon sapore e poiché i cani sono spazzini, lo mangeranno.

Segni potenziali di ingestione di rodenticidi

Se il tuo cane sembra malato e non sei sicuro di quale possa essere la causa, è probabile che i seguenti segni indichino che il tuo cane ha mangiato veleno per topi:

  1. Sgabelli verdi o blu

    I cani che hanno ingerito veleno per topi spesso producono uno sgabello verde o blu circa un giorno dopo. Ciò è spesso dovuto ai colori verde brillante e blu usati per tingere il veleno, come viene usato nei veleni a base di Warfarin o brometalina.

    È importante notare che la mancanza di colore blu-verde nelle feci non significa necessariamente che un cane non abbia ingerito veleno per topi.

    Esistono molte variabili, come il tipo di veleno ingerito e la quantità.

  2. emorragia

    Senza più fattori di coagulazione su cui fare affidamento, i cani inizieranno a ecchimosi e sanguinamento, spesso spontaneamente. Un cane può sanguinare dal naso, dalle gengive o dal retto. Il sanguinamento dai polmoni può causare la tosse dei cani.

    Anche il sangue nelle urine e nelle feci può essere visibile, spesso negli ultimi stadi. Il sanguinamento può anche verificarsi internamente, causando il cane a indebolirsi, perdere l'appetito e avere le gengive pallide.

    Un nodulo gonfio può indicare un ematoma (l'accumulo di sangue sotto la pelle) e l'addome può sviluppare ascite (l'accumulo di liquido che dà un aspetto gonfio).

    Lividi e piccole aree rosse a punta (petecchie) possono essere indicativi di sanguinamento sotto la pelle.

  3. Segni neurologici

    Convulsioni, nervosismo, ansia, movimento alterato e paralisi possono essere altri sintomi. Dopo aver ingerito brometalina, i liquidi si accumulano nel cervello, causando segni neurologici che possono portare a paralisi, tremori muscolari e convulsioni.

    A poche ore dall'ingestione di stricnina, i cani colpiti possono apparire agitati, ansiosi e apprensivi. Presto seguiranno presto attacchi epilettici, spesso accompagnati da problemi respiratori.

  4. Segni gastrointestinali

    I cani che ingeriscono rodenticidi contenenti colecalciferolo svilupperanno sintomi del tratto gastrointestinale, come vomito, diarrea, perdita di appetito e / o costipazione.

    Sete e aumento della minzione possono essere presenti anche quando sono coinvolti i reni.

    I rodenticidi al fosfuro di zinco sono anche noti per causare vomito, letargia e debolezza.

avvertimento

Come accennato, i segni di avvelenamento da rodenticidi varieranno a seconda del tipo di veleno per topi ingerito. Se conosci o sospetti che il tuo cane abbia ingerito veleno per topi, non aspettare che si manifestino questi segni! Porta immediatamente il tuo cane dal veterinario!

Se non sospetti avvelenamento da roditore, ma il tuo cane mostra questi segni, dovresti comunque portare immediatamente il cane dal veterinario! Ci sono veleni per topi che causano immediatamente sintomi e altri, come gli anticoagulanti, che possono causare problemi in seguito.

Protocolli approvati dal veterinario

Che cosa succede se non sei sicuro che il tuo cane abbia mangiato veleno per topi, ma sei ancora preoccupato?

In tal caso, chiedi al veterinario di eseguire un profilo di coagulazione. Ciò determinerà se il sangue del tuo cane può coagulare correttamente o se ci sono problemi. Nel caso del veleno per topi anticoagulanti, c'è fortunatamente un antidoto se l'attenzione dei veterinari è richiesta in tempo. Poiché la vitamina K1 è responsabile della produzione di fattori della coagulazione del sangue, è l'antidoto di scelta per gli anticoagulanti.

Nota importante: questa non è la stessa vitamina K trovata nei negozi di salute! I cani colpiti possono richiedere un'iniezione di vitamina K1 (soprattutto quando non riescono a contenere il cibo) e settimane o mesi di pillole di vitamina K1.

Nel caso del veleno per topi non anticoagulanti, non esiste un antidoto e il trattamento è principalmente di supporto. Pertanto, al cane possono essere somministrati farmaci per ridurre il gonfiore del cervello, prevenire l'insufficienza renale, ridurre le convulsioni, rilassanti muscolari per prevenire la rigidità e così via. La prognosi varierà in base a una varietà di fattori.

Dr. Karen Becker: Cosa succede se il tuo animale domestico ingerisce veleno per topi?

fonti

  1. Kim Campbell Thornton, "Pericoli di veleno per topi: tieni al sicuro i tuoi animali domestici", VetStreet. 3 ottobre 2014. Accesso al 23 dicembre 2017.
  2. "Colecalciferolo", Helpline per veleno per animali domestici. Accesso 23 dicembre 2017.
  3. "Tossicità da veleno per topi nei cani", PetMD. Accesso 23 dicembre 2017.
  4. "Scheda informativa sul fosfuro di zinco", Centro nazionale di informazione sui pesticidi. Settembre 2010. Accesso al 23 dicembre 2017.
  5. Liz Greenlee e Ahna Brutlag, "Veleno di topo e ratto: rodenticidi velenosi per cani e gatti", Helpline per veleno per animali domestici. 28 febbraio 2011. Accesso al 23 dicembre 2017.
  6. Dr. Justine A. Lee, "I pericoli del veleno per topi per cani e gatti", Rete per la salute degli animali domestici. Accesso 23 dicembre 2017.
  7. "Avvelenamento a causa dell'ingestione di veleno per topi nei cani", WagWalking. Accesso 23 dicembre 2017.
  8. Dr. Anne Marie Manning, "Rodenticida (esca per topi e topi) avvelenamento nei cani", PetPlace. 22 settembre 2015. Accesso al 23 dicembre 2017.
  9. Dr. Karen Becker, "Può causare sintomi per 3-5 giorni, ma un'azione rapida potrebbe salvare la vita", animali domestici sani. 12 ottobre 2014. Accesso al 23 dicembre 2017.
  10. Safdar A. Khan e Mary M. Schell, "Bromethalin", Manuale del veterinario Merk. Accesso 23 dicembre 2017.

Tag:  Animali da fattoria come animali domestici Pesci e acquari natura