Come mantenere il tuo acquario cristallino in ogni momento

Contatta l'autore

Preparare l'acquario per una manutenzione minima

Spesso ricevo domande su come mantenere un acquario più pulito per un periodo di tempo più lungo. Ammettiamolo: i cambi d'acqua possono essere noiosi, disordinati e richiedere tempo. Prendendomi cura dei miei acquari, sono passato dal metodo a tuffo al metodo del sifone nel secchio al metodo del tubo flessibile Python, che si collega direttamente a un rubinetto o rubinetto per drenare, sifone e riempire. A mio avviso, quest'ultimo è il meno dispendioso in termini di tempo e disordine. Ma non sarebbe bello passare da due a tre mesi tra i cambi d'acqua (anziché un mese) senza danneggiare i pesci e il bestiame nel tuo acquario?

Questo non è facile, all'inizio. Il tuo acquario deve essere preparato per il cambiamento. Tutti questi elementi contribuiscono alla pulizia del tuo acquario:

  • Filtrazione
  • decorazioni
  • Residenti di pesce

Se fai le tue ricerche e segui le linee guida generali qui, sarai in grado di aiutare il tuo acquario a raggiungere un costante stato di essere, dandoti un ecosistema che può sopravvivere con una manutenzione minima.

Primo passo: filtrazione

Considerazioni sulla scelta di un filtro

Innanzitutto, parliamo del sistema di filtrazione nel tuo acquario. Tre fattori principali devono lavorare insieme per mantenere pulito un acquario:

  • Prodotto chimico: carbonio, carbone e zeolite possono convertire le tossine nella chimica dell'acqua.
  • Meccanico: cartucce di cotone o schiuma che rimuovono fisicamente i detriti dall'acqua.
  • Biologico: i batteri che formano i nitrati e quelli che formano i nitriti sono prodotti dagli scarti dei pesci e un buon equilibrio di entrambi è vitale per un acquario sano.

Quando si sceglie un filtro, ci sono molti diversi tipi di filtri tra cui scegliere:

  • sommergibile
  • Un attimo
  • Esterno

Sono tutte ottime scelte. Scegli quello che è facile da usare e che sarà più pratico per il tuo ambiente aquascape.

È ideale scegliere un filtro di almeno una taglia più grande della capacità del serbatoio. Ad esempio: se si dispone di un acquario da 55 galloni, sarebbe necessario un filtro per un acquario da 60-75 galloni, e preferibilmente con un sostanzioso substrato di carbonio e un letto di batteri.

Installazione del nuovo filtro

La parte meccanica del filtro può essere cambiata in qualsiasi momento, ma i filtri chimici e biologici richiedono un periodo di rodaggio per poter funzionare come previsto. Quando ti prepari ad aggiornare il tuo filtro, vuoi mettere il nuovo filtro sul tuo acquario per almeno tre settimane con quello vecchio ancora in posizione. Ciò offre al nuovo filtro il tempo di costruire il proprio letto di batteri e il carbone e il carbone di attivarsi.

È inoltre necessario assicurarsi che i prodotti chimici siano adeguati in modo appropriato, il che significa che i livelli di nitrati, nitriti e ammoniaca devono essere stabili. Sono disponibili test economici per eseguire questo test. Se i livelli sono sbilanciati, uso Stress Coat (un riduttore del cloro) e Stress Zyme (un booster di batteri per aiutare il processo), ma solo il tempo può garantire stabilità al tuo acquario. Una volta che sei sicuro che l'acqua sia al sicuro, puoi rimuovere il vecchio filtro.

Fase due: decorazioni e ambiente

Se il tuo acquario si sporca molto rapidamente ed è difficile da pulire, il tipo di arredamento che hai nel tuo serbatoio potrebbe aggiungere al problema. Alcuni tipi di arredamento richiedono cure più frequenti di altri. Le piante di plastica, le rocce e altri soprammobili dovranno essere puliti periodicamente, mentre le rocce fluviali e le piante vive non dovranno essere pulite altrettanto spesso.

Inoltre, considera se la tua scelta di arredamento è appropriata per il tuo pesce. I tuoi oggetti decorativi contribuiscono in qualche modo al tuo pesce o sono puramente estetici? Preferisco gli ambienti naturali e ho piante vive in tutti i miei acquari (nove in totale, attualmente). Ecco alcuni vantaggi di un aquascape naturale:

  • Le piante aiutano la qualità dell'acqua in più modi di quanto si pensi. Le piante aiutano a convertire i nitriti in nitrati. Alcuni pesci, come guppy, Angel Fish e Discus, ad esempio, devono trovarsi in un ambiente con piante vive e un flusso costante di acqua.

  • L'anidride carbonica emessa dai rifiuti di pesce è il cibo vegetale per le piante, proprio come gli esseri umani che respirano l'anidride carbonica nell'aria aiutano la fotosintesi di alberi e piante sulla terra. I pesci angelo, ad esempio, amano le foglie lunghe e fluenti di alcune piante e non le mangiano. Questo aiuta a mantenere l'acqua per rimanere più pulita più a lungo.
  • Alcuni pesci richiedono una mesa rocciosa, mentre altri preferiscono un fondo sabbioso o un ecosistema piantato.
  • I ciclidi africani hanno bisogno di molti nascondigli, e più rocce hai, meglio andranno d'accordo i ciclidi. Non è normale avere piante vive in un acquario di ciclidi, ma molti altri pesci si divertono a sgranocchiare la vita delle piante fresche, quindi fai le tue ricerche su quali pesci amano mangiare e quale dieta. Ho piante nel mio acquario di ciclidi africani, ma ho piantato la fauna molto prima di aggiungere il pesce. Se le piante hanno il tempo di radicarsi e sistemarsi, i pesci non hanno la stessa probabilità di scavarle o mangiarle.
  • I ciclidi sudamericani, tuttavia, preferiscono un ambiente di tipo mangrovia per adeguate aree di riproduzione e protezione.

Se sei irremovibile nel mantenere le piante e le decorazioni in plastica nel serbatoio, dovrai pulire le alghe accumulate quando necessario. Secchi puliti e acqua calda fresca e una spazzola per la pulizia destinata esclusivamente alla pulizia possono liberare l'arredamento da alghe antiestetiche. Tuttavia, con le piante vive, troverai meno alghe nel serbatoio.

Terzo passaggio: il giusto tipo di pesce per il tuo acquario

Ci sono molte specie di pesci tra cui scegliere.

  • Varietà di acqua fredda come pesci rossi, carpe e koi.
  • Le specie tropicali includono i ciclidi africani (tre diversi laghi in Africa ci danno una bella selezione e si avvicinano per fornire i colori che fanno i pesci d'acqua salata).
  • I ciclidi sudamericani sono disponibili in una vasta gamma di dimensioni e hanno un display iridescente ma grazioso.
  • I tetra provengono da diverse regioni del mondo e sono facili da mescolare insieme.
  • Gourami, mollies, platati, guppy, barbi, squali e pesci gatto sono tra le numerose varietà di pesci di comunità (con diversi livelli di aggressività).

La regola empirica è quella di avere un singolo pesce per un gallone di acqua per un rapporto di dimensioni salutare nel serbatoio. Personalmente mi piace avere più pesci e un filtro più grande. Quindi, di solito riesco a cavarmela con un pesce per gallone. È importante immagazzinare l'acquario in modo sicuro per i pesci e in modo appropriato per le specie che potresti avere.

  • Ad alcuni pesci piace nuotare in acque alcaline e altri preferiscono un ambiente acquatico più morbido. Metti alla prova i livelli di pH del tuo acquario per pesci sensibili come neon, angelfish e discus.
  • Pesci tropicali o d'acqua dolce vivono e mangiano in varie aree del mondo e diversi livelli di profondità dell'acqua. Assicurati che i tuoi pesci siano compatibili tra loro, altrimenti avrai carneficina e pesci morti che annebbiano l'acqua.
  • I ciclidi africani e sudamericani richiedono un arredamento diverso per l'acquario e hanno esigenze idriche diverse rispetto a guppy, molly o tetra. Sono molto più aggressivi di pesci rossi e gourami.

Fase quattro: nutrire il pesce per un acquario pulito

Il modo in cui dai da mangiare ai tuoi pesci ha anche un ruolo in quanto è facile mantenere pulito il tuo acquario. Pesci diversi hanno diete diverse: alcuni mangiano altri pesci, altri mangiano diete vegetariane e c'è una grande varietà di fiocchi e pellet per impedire ai vostri pesci di morire di fame.

Fornire ai tuoi pesci una varietà di alimenti aiuta a mantenere il loro colore, la crescita e la salute generale. Ricorda: più li dai da mangiare, più fanno la cacca. Dai loro da mangiare solo quello che possono consumare in due minuti e ci saranno meno rifiuti. Ciò ridurrà la quantità di ammoniaca nell'acqua. L'ammoniaca trasforma l'acqua in un colore bruno giallastro-marrone.

Il risultato: uno stato stabile dell'essere

Se sei come me, una volta che hai il filtro del serbatoio, le decorazioni, la popolazione di pesci e la routine di alimentazione proprio come piace a te, riorganizzerai il tuo acquario diverse volte prima di essere soddisfatto del suo aspetto. Cerca di non stressare i tuoi pesci spostandoli per due o tre mesi e scoprirai che il tuo acquario rimane più pulito più a lungo.

Se scegli di andare con piante vive, scoprirai che nel giro di un anno o due il tuo acquario raggiungerà uno stato stabile (questo dovrebbe essere l'obiettivo di tutti gli appassionati!). Uno stato stazionario significa che la chimica dell'acqua nel tuo acquario sta cambiando lentamente, se non del tutto. Pensala in questo modo: se la tua elettricità non funzionasse e non potessi usare il filtro nel tuo acquario per un anno, la combinazione equilibrata di piante e pesci filtrerebbe l'acqua da sola. L'unica pulizia che dovresti fare sarebbe quella di pulire le alghe dai lati del bicchiere e cambiare l'acqua quattro volte l'anno.

Spero che tu l'abbia trovato utile e che abbia risparmiato tempo in modo da avere più tempo per goderti il ​​tuo acquario invece di mantenerlo. Divertiti e grazie per aver letto!

Tag:  conigli Cavalli Proprietà dell'animale domestico